Spadafora: “Campionato a rischio? No se viene rispettato il protocollo”

spadafora
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il caso Juventus-Napoli ha fatto discutere molto nelle ultime giornate: c’è chi si schiera dalla parte dei partenopei e sostiene la loro scelta di non partire per la trasferta, ma c’è anche chi si schiera con Agnelli e fa ricorso al regolamento ufficiale. Dopo l’incontro con il presidente della FIGC Gabriele Gravina, ha tuonato il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora: “Il protocollo è giusto, va tenuto, portato avanti e rispettato da tutti con il massimo rigore“.

LA SENTENZA DEL MINISTRO

L’autorità sanitaria locale può intervenire in casi particolari, non interviene in deroga al protocollo ma lì dove ci sono delle situazioni particolari. L’importante è che l’intervento sia motivato e legato a esigenze che possono variare. Campionato a rischio? No, non corriamo il rischio di bloccarlo. Il protocollo è chiaro ma va applicato rigorosamente. Siamo in una situazione particolare anche quest’anno, bisogna sapere che siamo di fronte a dei mesi in cui dovremo avere la capacità di adattare le nostre scelte in base a quello che accadrà. Se la situazione sanitaria dovesse cambiare ovviamente siamo pronti a fare la nostra parte per fare in modo che il rispetto della tutela della salute vada al di sopra di ogni altra cosa, ma al momento il protocollo è valido“.