Lazio-Inter, le pagelle: bene Lautaro e Vidal, malissimo Perisic e Sensi

Lautaro-Martinez-1
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Lazio-Inter finisce col punteggio di 1-1. Per i nerazzurri in gol Lautaro, male invece Perisic con grandi colpe sul gol di Milinkovic-Savic. Due rossi, uno per parte: Immobile per la Lazio e Sensi per l’Inter.

LAZIO-INTER, MEGLIO IL PRIMO TEMPO

Inter decisamente meglio nel primo tempo con una prima frazione giocata con grande intensità. Nel secondo tempo invece la Lazio alza il passo e trova un meritato pareggio. Il rosso di Immobile sovverte ancora gli equilibri ma non cambia il risultato. Nel finale Guida espelle anche il 12 nerazzurro.

Ecco le pagelle:

Handanovic 6: Si fa la media tra il 7 per la super parata su Luis Alberto nel primo tempo e il 5 per il pessimo intervento sul gol di Milinkovic.

Skriniar 6: Bella partita dello slovacco apparso a suo agio nella difesa a 3. Se il rendimento sarà questo il numero 37 varrà come un nuovo acquisto in difesa. Dal 79′ D’Ambrosio 6: Entra per dare più spinta nel finale, lo fa e chiude bene le incursioni della Lazio dalle sue parti. Bravo.

de Vrij 6: Fischiatissimo dai suoi ex tifosi ma non si cura molto di questo. Autoritario, guida la retroguardia nerazzurra e disinnesca la scarpa d’oro Immobile.

Bastoni 5,5: Una buona partita ma macchiata dal gol subito sulla propria fascia. Il giovane difensore imposta sventaglia e prova qualche fuga in avanti delle sue male colpe sul gol pesano sulla valutazione.

Hakimi 6: Il treno marocchino anche oggi corre tantissimo ma a differenza delle precedenti partite davanti si fa sentire meno e il reparto avanzato ne soffre parecchio.

Vidal 6,5: Uomo ovunque, corre tantissimo recupera tutto. Nel secondo tempo si rende protagonista con Immobile del discusso rosso. Guida manda negli spogliatoi la scarpa d’oro e ammonisce il cileno che difatti dopo pochi minuti esce per evitare un secondo giallo. Dal 73′ Brozovic 5,5: Il croato entra per evitare il doppio giallo al cileno. Nell’assedio finale sfiora il gol ma il palo salva la Lazio.

Barella 6: Il sardo corre tanto, tantissimo, proprio come Vidal. Purtroppo non trova spazi davanti dove poter sfruttare le sue capacità balistiche. Nel finale atterra Correa e prende il suo solito giallo. Partita di Sacrificio.

Gagliardini 6: Il numero 5 nerazzurro non sfigura. In una partita fisica come quella di oggi lui è a suo agio per via delle grandi capacità fisiche in suo possesso. Dal 67′ Sensi 5: Entra per dare qualità al centrocampo ma si fa prendere dal nervosismo e si fa espellere dopo la sceneggiata di Patric. In futuro bisognerà lavorare sulla sua concentrazione.

Perisic 5: Il croato è protagonista nell’azione del gol subito. Il 14 si fa sfuggire Milinkovic-Savic complicando una gara che non andava compromessa. Dal 67′ Young 6: Entra per dare più copertura sulla fascia e ci riesce. La sensazione è che in gare importanti come queste non dovrebbe far panchina per Perisic.

Lautaro 6,5: Terzo gol in tre partite, il toro è on fire. Si gira bene in occasione del gol e si rende pericoloso finché la partita non si innervosisce. Dal 79′ Sanchez 6: il cileno è in forma ma entra troppo tardi per cambiare la partita. Probabilmente è questo il più grande errore di Conte oggi.

Lukaku 6: Il belga oggi è meno lucido sotto porta del solito e difatti in apertura di secondo tempo si divora il colpo del ko. Procura comunque due infortuni muscolari tra i difensori della Lazio confermando le sue grandi dote atletiche.

Conte 5,5: Mr Antonio Conte oggi ha sbagliato alcune scelte, come far partire titolare Perisic e ritardato troppo i cambi, sopratutto Sanchez oggi andava inserito prima. La speranza è che da questi errori impari alla svelta per sbloccare partite rognose, come quella di oggi, in futuro.