Stramaccioni: “Quando entrano Sensi, Nainggolan, Vidal, Sanchez e Hakimi è impressionante”

stramaccioni-630x354
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Si torna a parlare della rocambolesca vittoria dell’Inter contro la Fiorentina e a farlo è l’ex allenatore della beneamata: Andrea Stramaccioni.

Le dichiarazioni del tecnico romano

Intervenuto in collegamento a Sky Sport, nel corso della trasmissione Campo Aperto, Andrea Stramaccioni ha detto la sua sulla partita di sabato sera: “Quando si analizzano queste partite si parla solo dell’Inter ma io credo che la Fiorentina e Iachini abbiano preparato la partita ideale per dare fastidio a Conte, soprattutto con la versione con Eriksen trequartista. Quando l’Inter perdeva palla, 3 o 4 giocatori erano tagliati fuori. È inevitabile che il centrocampo, con una difesa a 3 e un trequartista puro, sia meno quadrato. In difesa hanno giocato due giocatori di cui uno ha fatto sempre il terzino sinistro in carriera. Sicuramente la Fiorentina ha fatto il suo. Kolarov può fare il terzo centrale ma magari era tempo che non lo faceva. Cinque cambi? Cambia il gioco. Di solito quando diciamo che un allenatore ne ha 3 in realtà ne ha 2 perché il terzo si fa alla fine. Quando entrano Sensi, Nainggolan, Vidal, Sanchez e Hakimi è impressionante. Farebbero i titolari in qualsiasi squadra di Serie A. Momento storico in cui sono fondamentali. È inevitabile che chi ha più cartucce le giochi. Anche dal punto di vista di gestione del gruppo: è meglio per tenere tutti attenti e vigili visto che possono entrare da un momento all’altro. È il segnale di un pre-campionato diverso, senza amichevoli. Ci sono delle variabili completamente nuove“.