CorSera – Zhang: “L’Inter ha la missione della vittoria. Vertice con Conte? È stato drammatizzato”

Steven Zhang
Roma 26-08-2017 Stadio Olimpico Calcio Serie A AS Roma - Inter Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Steven Zhang ha concesso una lunga intervista al Corriere della Sera. Tra gli argomenti trattati, la crescita dell’Inter, il rapporto con Conte, gli obiettivi futuri e il sogno Messi.

Zhang, sull’Inter e sulla responsabilità di esserne Presidente ha dichiarato: “Essere presidente dell’Inter significa pensare costantemente alla gente, alla gioia dei tifosi, del popolo nerazzurro, ai loro bisogni, interpretarli nel modo corretto. L’Inter ha una missione, un piano, strategie rivolte naturalmente verso la vittoria. Dobbiamo crescere costantemente. Credo proprio che la strada intrapresa sia quella giusta”.

Zhang: “Conte? Mai visto uno che lavori così tanto”

Sulla vicenda Conte: “I toni di quel summit sono stati drammatizzati. Era necessaria una riflessione, ho trovato il nostro allenatore sereno, costruttivo, lontano dagli stati d’animo raccontati dai media. Voglio dire che il film mostrato e raccontato è stato ben diverso dalla realtà da noi affrontata. Mai visto uno che lavori così tanto, con una simile intensità, come Conte: anche questa caratteristica ci unisce”.

Sul mercato e la crescita, lo stesso Zhang ha poi aggiunto: “L’Inter guarda e lavora rispettando un cammino di innovazione, di apertura e sensibilizzazione verso i giovani. Dobbiamo essere pronti e attenti alle esigenze del mondo giovanile, la sfida dell’Inter va oltre il campo di gioco: dobbiamo avere una capacità di dialogo, di attrazione verso i ragazzi. Tutto questo si inquadra in un cammino di crescita costante della società”.

Ultima battuta poi, sul sogno Messi: “Un investimento simile non può rientrare nel nostro progetto. Almeno non in questo momento. Innovazione, programmazione, crescita costante, stabilità economica sono i nostri capisaldi”.