Ausilio: “Kante non è un nostro obiettivo di mercato. Skriniar resta, Brozovic…”

Ausilio
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Sono giorni che i media accostano il nome di N’Golo Kante all’Inter, ma non c’è nulla di veritiero sotto. Come rivela lo stesso Piero Ausilio a Sportitalia, i nerazzurri non hanno mosso alcun passo per strappare il francese al Chelsea. Il direttore sportivo è categorico: “Non ci sono possibilità di vedere Kante a Milano. Non è un nostro obiettivo“. Poi scaccia i fantasmi sul futuro dei gioielli Milan Skriniar, Marcelo Brozovic e Lautaro Martinez

LE PAROLE DEL D.S.

La premessa – “Vorrei anzitutto chiarire un punto sull’allenatore: non c’era bisogno di nessun chiarimento con Conte, è normale che vi siano dei momenti di confronto e nell’ultimo incontro abbiamo parlato di diverse cose. C’è una visione unica sul mercato e sul progetto, condivisa a tutto tondo dalle diverse componenti, siamo tutti uniti. Per quel che concerne il mercato è un processo infinito, nel quale non c’è un inizio né una fine. Ci sono delle opportunità che possiamo cogliere e altre invece no. La prima cosa da fare sarà vendere e quindi ritagliarci delle opportunità, in linea con un mercato oculato“.

Sulle voci del mercato in uscita – “Skriniar è un giocatore per il quale abbiamo fatto il giusto investimento. È con noi da tre anni e ha fatto molto bene. Nell’ultimo periodo magari ha giocato meno ma continueremo a puntare su di lui, non ci sono trattative sul difensore. Escludo la possibilità di vedere Lautaro Martinez lontano dall’Inter. C’era la possibilità di esercitare una clausola entro il 7 luglio ma non c’è stato nulla, per cui il giocatore rimarrà con noi. Brozovic ha compreso certi atteggiamenti sbagliati nel corso della stagione. Certe situazioni sono in ogni caso state gestite all’interno del club. Fa parte di quei giocatori sui quali puntiamo, in ogni caso stiamo attenti a tutto quello che succede fuori perché se dovesse arrivare un’offerta che possa accontentare il giocatore la terremo in considerazione. In questo caso non dipende solo da noi ma anche dalla volontà del giocatore“.

Sulle prossime mosse – “Quella per Kolarov è l’unica trattativa che posso ammettere. Stiamo parlando con la Roma e con lui, si tratta ancora di una fase di negoziazione, nulla ancora di definitivo dunque. Dzeko non è un profilo che stiamo seguendo, così come Chiesa. Con la Fiorentina ci eravamo visti per il discorso Dalbert-Biraghi, ma ora sono rientrati nei rispettivi club e difficilmente la situazione cambierà“.

Sul vice Lukaku – “È praticamente impossibile trovare un vice Lukaku. Perisic, così come Nianggolan, ha un contratto con noi quindi abbiamo quattro attaccanti, cinque con Esposito. Consideriamo il pacchetto offensivo completo“.