Lautaro verso la finale: “Speriamo di riportare il trofeo in Italia”

Lautaro
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il centravanti nerazzurro Lautaro Martinez ha parlato delle sue ambizioni e del suo momento in nerazzurro a due gironi dalla finale di Europa League.

“Sarò sempre grato a mister Conte”

Momento d’oro per Lautaro Martinez che, dopo un periodo difficile nel post-lockdown, è tornato a far parlare di se per le sue ottime prestazioni e non per le voci collegate al mercato. Ai microfoni di Uefa.com l’attaccante argentino ha raccontato le sue sensazioni a due giorni dalla finale di Colonia: “Sono molto contento perché siamo molto vicini ad alzare un trofeo e questa è la cosa principale. Speriamo che la nostra ultima partita stagionale sia una grande giornata, ci auguriamo di riportare il trofeo in Italia.  È stato un anno molto difficile per tutti, ma in realtà siamo molto contenti di ciò che abbiamo ottenuto dall’inizio dell’anno. Siamo cresciuti molto, siamo molto concentrati, molto coinvolti in ciò che abbiamo davanti a noi. E ci stiamo preparando davvero bene“.

COM’È CAMBIATA L’INTER CON CONTE –Penso che la personalità della squadra e l’etica del lavoro quotidiano abbiano dimostrato che l’Inter sta crescendo come squadra. Voglio provare a vincere il mio primo titolo con l’Inter, che sarebbe molto speciale. È la prima finale per me, potrebbe essere il primo trofeo della mia carriera. In Serie A eravamo vicini alla vittoria, ma è stata anche una stagione difficile per tutti. Ora stiamo dimostrando che siamo cresciuti, che siamo molto uniti come gruppo. E questo è importante per ciò che ci aspetta. Sarò sempre grato a Conte perché appena è arrivato all’Inter mi ha chiamato, quando ero in vacanza dopo la Copa América. È un allenatore che si fida di me e questo mi ha aiutato a crescere. Mi ha aiutato a cambiare anche la mia mentalità. Dobbiamo continuare su questa strada

SUL SIVIGLIA – “Un avversario tosto, che gioca un grande calcio. Dobbiamo studiare, allenarci e prepararci come abbiamo fatto in ogni partita in modo da poter fermare le cose che fanno bene e contrastarle per trarne vantaggio. Il Siviglia ha raggiunto molte finali non per caso. Significa che è una squadra seria, una squadra che gioca bene. Quindi staremo attenti a quello che possono fare. Ma siamo principalmente concentrati su noi stessi.”