Altobelli: “Inter, l’anno prossimo si deve puntare al campionato”

altobelli
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Tutti uniti per suonare la carica: anche Spillo Altobelli offre il suo contributo. L’ex attaccante dell’Inter ha vinto uno Scudetto e due Coppe Italia con i nerazzurri, oltre al Mondiale con la Nazionale nel 1982, quindi è uno che sa cosa vuol dire vincere.

LE PAROLE DI ALTOBELLI

Queste le sue parole ai microfoni di TMW Radio:

GRANDE PARTITA L’ULTIMA – “Non l’ho proprio visto lo Shakhtar, non è esistito in campo. È stata una grandissima partita dei nerazzurri, non c’è stata partita. L’Inter dell’EL se avesse giocato così anche in campionato lo avrebbe vinto. È una squadra senza punti deboli. Merito di Conte. Ora c’è una finale contro una squadra esperta che ha vinto spesso questo trofeo. A Conte dico che noi tifosi dell’Inter non vogliamo salire sul carro dei vincitori ma scendere da quello dei perdenti“.

QUESTA SEMBRA UN’ALTRA SQUADRA – “Abbiamo visto il portiere dello Shakhtar che ha aiutato l’Inter nel primo gol. È giusto che giochino anche di piede, ma far partire le azioni dal portiere non è per nulla bello. Si muovono goffamente. Oggi l’Inter comunque è una società e squadra forte. Non so cosa sia successo dopo la fine del campionato, ma stiamo vedendo un’altra squadra. È stato rivalutato Godin, Gagliardini in mezzo al campo sta crescendo e sta mostrando le sue qualità. Conte ha capito che bisogna dargli fiducia“.

SUGGESTIONE MESSI… – “La Juve è la squadra da battere, dovrà fare un mercato forte. Ma l’Inter ha accorciato le distanze. E se fa un buon mercato, può essere l’anno buono per giocarsela fino alla fine. Se poi dovesse prendere anche Messi, cambierebbe tutto“.