Le PAGELLE di Inter-Bologna: un buon inizio non salva la fine tragica

Le PAGELLE di Inter-Bologna: un buon inizio non salva una tragica fine

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

É un’Inter a doppia faccia quella vista contro il Bologna: un buon primo tempo rovinato da una brutta prestazione e da errori individuali nel secondo tempo. Sconfitta amara per i nerazzurri che non riescono ad accorciare le distanze con il secondo posto.

INTER-BOLOGNA, ERIKSEN INESISTENTE E LAUTARO SEMPRE PIÙ IN CRISI NERA

Handanovic 6: Il portiere nerazzurro festeggia le 470 presenze in Serie A ma non al meglio. Incolpevole sui due gol del Bologna, riesce a mettere le pezze in alcune occasioni, salvando i nerazzurri. Miracoloso nel primo tempo su Orsolini. Da registrare un errore con i piedi che poteva costare caro nella prima frazione di gioco.

Bastoni 5: Un primo tempo sufficiente rovinato da una brutta prestazione del secondo tempo. Riesce a giocare con la sua solita personalità nella prima fazione di gioco, facendosi vedere anche in fase propositiva. Nel secondo tempo però cala di concentrazione, commettendo due falli ingenui che gli costano la doppia ammonizione. Pecca ancora di esperienza.

De Vrij 6: Rispetto alle scorse partite, è molto più attento in fase difensiva. Riesce nella maggior parte delle volte a non farsi scappare Barrow, mentre è incolpevole nelle due occasioni da gol. Poteva fare qualcosa di più nell’azione del gol di Juwara, in cui come la maggior parte della difesa si fa trovare un po’ disattento.

D’Ambrosio 5.5: Riesce a contenere abbastanza bene Sansone, collezionando un discreto primo tempo. Nel secondo tempo cala come un po’ tutta la difesa e si perde Barrow nella occasione del secondo gol. In zona offensiva offre un buon pallone nel finale a Sanchez, sprecato dal cileno.

Candreva 6: Solita partita di sacrificio e tanta corsa per l’esterno italiano. Ottimo primo tempo, molto propositivo, con ottimi scambi con gli attaccanti. Nel secondo tempo riesce a impensierire in una occasione Skorupski, ma sparisce un po’ dal gioco nerazzurro.

Brozovic 5: Rientra dopo l’infortunio dal primo minuto e non si vede il miglior Brozo della stagione. Poco lucido, soprattutto nell’ultimo passaggio. Si addormenta sulla rimessa in occasione del primo gol e si fa superare facilmente da Barrow che fortunatamente prende il palo. Una partita abbastanza anomala da parte del croato che non riesce ad incidere sulla partita.

Gagliardini 4.5: Dopo l’errore grossolano col Sassuolo, il giocatore si ripete: dopo l’errore sul dischetto di Lautaro, il centrocampista arriva sulla respinta ma la butta addosso a Skorupski. Erroraccio anche in fase difensiva in occasione del gol di Juwara, dove si lascia scappare il classe 2001. Bocciato sia in fase difensiva che in quella offensiva.

Eriksen 5: La partita del danese è praticamente inesistente. Mai una verticalizzazione, un tiro pericoloso. In fase difensiva si chiede poco all’ex Tottenham, ma in quella offensiva ci si aspetta molto di più. Il centrocampista non è mai decisivo, in nessuna azione. Spaesato e assente.

Young 6: L’inglese gioca un ottimo primo tempo. Tomyasu poche volte riesce a fermarlo. Decisivo nell’occasione del gol nerazzurro, arrivato dopo un suo cross. É molto propositivo e anche in fase difensiva si fa trovare pronto. Nel secondo tempo cala un po’ come tutta l’Inter, senza però fare danni.

Lautaro 4.5: Continua il periodo di crisi per l’argentino. Non trova la via del gol e quando si presenta l’occasione la sbaglia. Errore fatale dal dischetto, che avrebbe chiuso o quasi la partita contro il Bologna. Conte aveva chiesto di ammazzare l’avversario, ma il Toro non riesce a farlo. La frustrazione per il gol che non arriva si sente e si vede.

Lukaku 6.5: É il migliore in campo dei nerazzurri. Si fa trovare pronto in occasione del gol, sfruttando la respinta del palo. Gioca molto bene con la squadra, servendo con sponde i compagni, come nel finale con Sanchez. Oltre al gol, non ha altre occasioni grandi per segnare, ma si mette in versione assistman. Vince quasi sempre lo scontro fisico con i difensori del Bologna e nell’attacco nerazzurro è quello più attivo.

Sanchez 5: Messo da Conte per raggiungere il vantaggio, il cileno spreca l’occasione concessa dal tecnico con una brutta prestazione. Perde un brutto pallone che porta al vantaggio del Bologna e sbaglia due occasioni davanti alla porta. Manca freddezza, cattiveria e lucidità per un giocatore che dovrebbe spaccare le partite.

Esposito s.v.

Biraghi 5.5: Entra nel finale e incide poco sulla partita. Non riesce mai a superare l’uomo e non riesce mai ad arrivare sul fondo per mettere il cross nell’arrembaggio finale. Partita anomala, rispetto al suo compagno di reparto Young.

Borja Valero s.v.

Vecino s.v.

All. Conte 5: Il tecnico nerazzurro aspetta fino al 70′ per effettuare i primi cambi, nonostante veda l’affaticamento fisico della squadra. Nella gara contro il Parma i cambi avevano risolto la partita, oggi invece entrano in modo negativo. Sicuramente poteva gestire al meglio i cambi, dato la situazione fisica della squadra, in affanno nel secondo tempo.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy