Cellino: "Inter e Juve mi hanno chiesto Tonali. Il giocatore vuole rimanere in Italia"

Cellino:

Il Presidente del Brescia è tornato sulla possibile cessione del suo jolly Sandro Tonali, elencando le linee guida per trattare con le "rondinelle".

La sicurezza del Patron del Brescia Cellino

Sandro Tonali sarà uno dei pezzi pregiati del prossimo Mercato estivo. L'Inter è da tempo alla finestra per accaparrarsi il cartellino del giovane centrocampista ma le parole del Presidente Cellino non lasciano spazio a fraintendimenti: servono soldi cash.

Durante un'intervista a Gr Parlamento nel corso de "La Politica nel Pallone", il patron del Brescia ha posto le condizioni per un'eventuale cessione del suo jolly:

"Quanto vale? Le valutazioni le fanno domanda e offerta, ma finora c'è stata solo qualche telefonata, senza approfondimenti - ha spiegato il patron biancoblu -. E' difficile parlarne dopo tutto quello che è successo. Inter e Juve? Me l'hanno chiesto loro, così come altre squadre. Certo è che il calciatore vuole rimanere in Italia e lo asseconderemo".

Una cosa è certa, Cellino non vuole contropartite: "Non mi piacciono gli scambi e noi non siamo venuti a chiedere l'elemosina". Inter avvisata.

Immancabile, infine, la domanda su Mario Balotelli e la querelle in corso tra il giocatore e la società bresciana. Cellino risponde non nascondendo l'amarezza per quanto accaduto:

"Braccio di ferro con Mario Balotelli? Dovete chiedere a lui. Succede quello che volete vedere. Non succede nulla, succede solo che ci sono tanti giocatori che hanno una forma fisica buona e che non vanno a finire sui giornali tutti i giorni. Questa è una società che si sta leccando le ferite e che ha fatto un grosso sacrificio economico per fare un contratto a Balotelli, era il nostro grande sogno".

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram