Eto'o: "A Milano ho vissuto qualcosa di magico. Lo scudetto sarà dell'Inter"

Eto’o: “A Milano ho vissuto qualcosa di magico. Lo scudetto sarà dell’Inter”

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Samuel Eto’o è stato ospite da Bonan a Sky Calcio Show.

“L’Inter mi ha dato tanto”

Prima delle partite delle 15 a Sky Calcio Show Samuel Eto’o è stato ospite da Bonan. L’ex attaccante di Inter e Samp ha parlato della sua esperienza italiana e non son di certo mancati riferimenti al Triplete. Queste le parole del camerunense: “Quello che abbiamo fatto all’Inter è stato leggendario. Unico ed irripetibile. Ma mi ha dato tanto anche umanamente, sono ancora in contatto con i miei vecchi compagni e questo mi rende felice. Significa essere andati oltre le lotte e le partite in sé. Un legame più forte che è partito da una splendida persona: Moratti. Presidenti come lui mancano nel calcio, colgo l’occasione per salutarlo e, ancora una volta, ringraziarlo. L’anno del triplete ci giocavamo tutto per milioni di tifosi. José ci diceva di dare tutto per la squadra. Alla fine abbiamo vinto anche contro il Bayern e si son spalancate le porte del Paradiso. Con Gasperini avevo un buon rapporto. Ogni allenatore prende sempre decisioni che però non tutti i giocatori capiscono. Non son sorpreso che l’Atalanta stia facendo tanto bene. Però voglio che lo scudetto lo vinca l’Inter. Non son mai stato vicino a tornare all’Inter; prima di tornare alla Samp mi informai sulla fattibilità di ritornare e non ci fu storia. Anche se sentivo di poter dare una mano non ci rimasi male per non essere stato ripreso“.

Futuro

Ho terminato da pochissimo la mia carriera e son pronto nei prossimi due anni a preparare tutto. Spero di avere una vita lunga, svolgere i miei affari e superare il corso da allenatore. Da calciatori non abbiamo molto tempo e dobbiamo gestirlo in maniera perfetta e dobbiamo fidarci di alcune persone che gestiscano delle cose che ci riguardano. Ho le idee chiare su quello che voglio fare. Alla Samp Ferrero mi propose di fare l’allenatore-giocatore ma non mi sentivo pronto. Anche se l’ho fatto un anno e mezzo dopo per l’Antalyaspor. E non è semplice anche se sei Samuel Eto’o“.

Mihajilovic, Conte e Scudetto

È triste ciò che è successo a Sinisa. È una grande persona, abbiamo un carattere simile. È forte, un campione e ce la farà. Gli sarò sempre grato, mi ha aiutato molto. Conte è lo stesso visto con Juve e Chelsea. Questa è la sua idea, il suo calcio è lui vince così. Son contento: l’Inter ha di nuovo il rispetto di prima. E vincerà lo scudetto“.

Andrea Righini

Andrea Righini

Leave a Replay

CONOSCI SPAZIOINTER?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Recent Posts

Seguici su Facebook

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit

Preferenze privacy