Conte: "Eriksen? Deve lavorare molto. In EL spazio a chi ha giocato meno"

Conte: “Eriksen? Deve lavorare molto. In EL spazio a chi ha giocato meno”

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Antonio Conte si presenta soddisfatto dei suoi ragazzi per una partita difficile, lontano da casa e in un campo ostico.

Conte: “Eriksen? Bisogna stare tranquilli per il bene dell’Inter”

Ai microfoni di Sky Sport, il tecnico nerazzurro ha parlato della partita contro il Ludogorets, manifestando anche la sua soddisfazione per il primo gol di Eriksen con la maglia nerazzurra. Ecco le parole di Conte:

Nel primo tempo loro erano molto schiacciati e ci siamo adeguati alla situazione. Nel secondo invece abbiamo aumentato l’intensità e la palla andava molto più veloce. Siamo riusciti infatti a trovare il gol e a creare occasioni. Nuovo modulo? Stiamo provando diverse soluzioni per poter giocare in modi diversi. Stiamo vedendo di volta in volta quale può essere la soluzione migliore, rimanendo sempre a due punte come riferimento”.

Deve lavorare molto, ne ha molto bisogno. Può sicuramente giocare molto meglio di come si è visto oggi. Il gol da sempre fiducia al calciatore e sono contento per lui. Deve riuscire però a ritrovare intensità e ritmo che aveva quando era al Tottenham. Ancora non è al top della forma, ma siamo tranquilli e non siamo angosciati. Sappiamo di aver preso un giocatore che ci alza il livello di qualità. Non può diventare un problema. Bisogna cercare di stare calmi e sereni per il bene dell’Inter. Io cerco di pensare sempre a quello, altri ad altre cose. Cerco di inserirlo al momento giusto e nella corretta situazione. Può migliorare come tutta la squadra”.

FAREMO TURNOVER

Dichiarazioni se vogliamo “preoccupanti” sulle intenzioni europee dell’Inter: “La nostra intenzione è quella di dare spazio in questa competizione a chi ha giocato meno. Abbiamo il dovere di andare avanti il più possibile, cercando di rimanere su questa direzione. Questa competizione può distruggerti. C’è stata una buona risposta da parte dei ragazzi. Nel primo tempo siamo stati macchinosi e lenti, nella ripresa abbiamo cambiato spartito”.

Bisogna vedere giorno dopo giorno. Abbiamo fiducia in Padelli e dunque quando Samir sarà pronto prenderà il posto tra i pali altrimenti fiducia in Padelli”.

Andrea Ferramosca

Andrea Ferramosca

Leave a Replay

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit

Preferenze privacy