Sei qui: Home » News Inter » Corsia sinistra: richieste esorbitanti per Alonso, ecco il nome dell’alternativa

Corsia sinistra: richieste esorbitanti per Alonso, ecco il nome dell’alternativa

Il sogno per la corsia di sinistra si chiama Marcos Alonso, l’ostacolo si chiama Chelsea. Dopo le richieste esorbitanti di Abramovich, l’Inter sta considerando l’alternativa Matteo Darmian inserendo Dimarco nella trattativa. Facciamo il punto della situazione con l’approfondimento del CdS.

MARCOS ALONSO: INTER E CHELSEA MOLTO DISTANTI

Antonio Conte ha già allenato lo spagnolo e con ottimi risultati nella stagione 2017/2018: 7 gol in Premier League più 1 in FA Cup, la migliore stagione per lo spagnolo. Inoltre, dopo l’esperienza alla Fiorentina, Alonso conosce benissimo il calcio italiano, un altro fattore che spinge Marotta a puntare su di lui. Come riporta il Corriere dello Sport però: “Il problema è di natura economica: Alonso, che in Premier non gioca per scelta tecnica dal 26 ottobre (nelle ultime 7 gare, compresa la Champions, non è stato neppure convocato), ha uno stipendio da 5 milioni all’anno e Abramovich per farlo partire ne chiede 30-35“. 

L’Inter offre un prestito oneroso con diritto di riscatto, ma la squadra londinese apre solo alla cessione definitiva. Aldilà delle modalità, la società di Viale della Liberazione non è assolutamente allineata sulle cifre dell’operazione e chiede una valutazione al di sotto dei 30 milioni.

MATTEO DARMIAN: IL JOLLY PROMESSO ALL’INTER

Per tutti questi motivi, l’idea Marco Alonso (29 anni il 28 dicembre) non prende quota e Marotta sonda anche altri territori: “In Italia attenzione a Matteo Darmian che, dopo l’esperienza allo United, è da tempo vicino ai nerazzurri”.

Secondo il quotidiano, Darmian sarebbe venuto in Italia proprio allettato dalla possibilità di approdare all’Inter “nell’estate 2020, ma la necessità di un rinfozo immediato a sinistra, abbinata con i buoni rapporti che ci sono con il Parma, potrebbero favorire la fumata bianca già a gennaio“. Anche qui però non c’è molta apertura al trasferimento del giocatore, ma il problema non è economico: “I ducali fanno muro e, con la salvezza da conquistare a dispetto di una classifica discreta (21 punti e settimo posto), non hanno intenzione di cedere subito Darmian e Kulusevski“.

LEGGI ANCHE:  Ronaldo da brividi: le parole sul suo rapporto con l'Inter

Marotta e Ausilio proveranno a giocare la carta Dimarco proponendo ai ducali un ritorno del giovane esterno per rimpiazzare l’ex Manchester United. Tatticamente Darmian sarebbe prezioso un po’ come lo è ora D’Ambrosio: “sarebbe utilizzabile su entrambe le corsie e all’occorrenza pure nella linea a tre dietro. Un perfetto jolly per cautelarsi di fronte a nuove “epidemie” di infortuni“. Al contrario della trattativa con Alonso, i costi dell’operazione sarebbero davvero contenuti: in estate il Parma ha pagato Darmian 1,5 milioni.

Insomma Alonso e Darmian sono agli antipodi: il primo costa tanto ma gioca (molto) poco, il secondo costa (molto) poco ma gioca tanto, entrambi sono stati allenati da Conte (Darmian in nazionale).

Nel frattempo Conte spera di recuperare Asamoah ancora infortunato: “L’Inter conta di riaverlo a inizio 2020. Non si dovrà operare al ginocchio sinistro né dovrà andare a fare nuovi trattamenti a Barcellona. La speranza è che l’articolazione gli permetta di allenarsi bene“.