La conferenza stampa integrale alla vigilia di Inter-Barcellona!

La conferenza stampa integrale alla vigilia di Inter-Barcellona!

E' vigilia in casa Inter che domani ospiterà il Barcellona per garantirsi un posto per i prossimi ottavi di finale di questa Champions League. In sala stampa a rispondere ai giornalisti ci sono Conte e Godin.

La prima domanda per il Mister Conte riguarda l'importanza del match di domani: "Sicuramente è un momento importante, ci giochiamo il passaggio del turno. Era un girone molto difficile. Il fatto di essere qui, all'ultima giornata, a giocarci la qualificazione contro il Barcellona, ci deve rendere orgogliosi. Sarebbe importante per tutti passare il turno, tanti di noi non sono dei grandi frequentatori degli ottavi di Champions, sarebbe importante andare avanti".

Seconda domanda sempre per Conte riguardo l'importanza che potrebbe assumere il fatto che il Barcellona sia già qualificato alla fase eliminatoria: "E' una delle squadre più forti al mondo, con una rosa di giocatori molto forti. Il Barcellona parte ogni anno con l'obiettivo di vincere tutte le competizioni, per farlo devi avere una rosa composta da giocatori tutti forti. Probabilmente giocheranno con meno pressione, ma pensiamo a noi stessi e affronteremo la partita nel giusto modo. Non dovremo avere recriminazioni al termine della partita, dobbiamo dare tutto, coscienti che potrebbe non bastare contro una squadra come il Barcellona".

Arrivano le prime domande per Godin a cui viene chiesto come si stanno preparando per il match di domani: "Ci stiamo preparando con entusiasmo, con la volontà di fare bene, il nostro destino è nelle nostre mani. Giocheremo davanti al nostro pubblico, dobbiamo dare il massimo in campo per qualificarci agli ottavi. Il Barcellona non ha problemi di qualificazione, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi per vincere la partita. Contro il Barcellona è importante avere una buona organizzazione di squadra, minimizzando la loro qualità".

Altra domanda per Conte circa cosa è cambiato dall'ultimo match contro il Barcellona: "Sono trascorsi due mesi. L'Inter ha affrontato altre partite, abbiamo avuto altri step. A Barcellona abbiamo giocato una grande partita, con personalità, con coraggio. Il Barcellona vinse con delle giocate importante. Noi intanto siamo cresciuti, cambieranno gli uomini in campo, cercheremo di esaltare i nostri calciatori che giocheranno. Ci saranno dei momenti difficili. Cercheremo di limitare il palleggio del Barcellona, dobbiamo essere bravi e compatti nella fase di non possesso. Allo stesso modo, quando avremo palla dovremo creare problemi al Barcellona".

Molte domande a Godin riguardanti invece il suo trascorso in Liga ha più e più volte affrontato il Barcellona: "Ricordo quando abbiamo vinto il campionato al Camp Nou, è uno dei miei ricordi più belli. Noi ci concentreremo su noi stessi. Non mi aspetto un Barcellona rilassato, loro giocano sempre per vincere". A seguire invece una domanda sull'ex compagno Griezmann che la scorsa estate ha vestito la maglia blaugrana: " Penso sia comprensibile che i tifosi dell'Atletico Madrid non lo amino più come prima, anche se lo ricorderanno sempre con affetto per quello che ha fatto". 

Ancora Conte con una domanda sull'importanza che può avere il tifo di San Siro viste anche le recenti polemiche di venerdi e la risposta con il comunicato della curva: " Ci aspettiamo tanta energia dallo stadio per i nostri ragazzi. Affrontiamo questa partita con l'intento di andare tutti al prossimo turno. Bisogna inseguire tutti insieme questo prestigioso traguardo, sono convinto che avremo tanta energia positiva per tutta la partita".

Per quel che riguarda invece la situazione degli infortunati invece ecco le parole di Conte: "Tanti altri ragazzi stanno crescendo a livello singolo per colmare le difficoltà che stiamo avendo a livello di rosa. Mancano 3 partite per la sosta di Natale. C'è l'entusiasmo giusto, dobbiamo continuare così, cercando di dare tutto quello che abbiamo, forse anche qualcosina in più. Sarà molto difficile contro il Barcellona, ma le difficoltà forgiano, le difficoltà ci devono esaltare, sicuramente usciremo a testa alta da San Siro".

Ultima domanda invece per Godin, che è chiamato a fare un paragone tra Lautaro e Suarez, suo compagno in nazionale: "Suarez è uno dei migliori attaccanti al mondo. Lautaro è veramente esploso, è cresciuto tantissimo. Lautaro si sente forte a livello fisico, è nelle condizioni per giocare bene, se oggi viene accostato a grandi squadre è perché sta dando il massimo. Oggi gioca nell'Inter che è delle migliori squadre al mondo, ha tutte le qualità per crescere e migliorarsi, speriamo possa continuare così per aiutarci a fare gol, è anche un giocatore che aiuta la squadra".

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Giansaverio Rizzo
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram