Stadio nuovo - C'è tensione tra le parti: altro "no" del Comune a Inter e Milan!

Stadio nuovo – C’è tensione tra le parti: altro “no” del Comune a Inter e Milan!


Ancora da sbloccare la situazione per il nuovo stadio.

Nessun passo in avanti

Il Comune di Milano resta fermo nella sua posizione e ribadisce il suo “no” al progetto di Inter e Milan. La tensione aumenta, come racconta La Repubblica: “Il vecchio Meazza resta in piedi e fa uno sgambetto a chi vorrebbe buttarlo giù”. Così scrive il quotidiano, che spiega come col passare delle settimane il tema stadio diventi via via più scabroso. Le due parti son divise: i due club vorrebbero buttarlo giù per poi ricostruire, il Comune vuole salvare San Siro. Ieri addirittura è stata sfiorata la rottura.

Altro intoppo per Inter e Milan, che si son visti nuovamente frenare il progetto. “Serve un ulteriore studio per valutare meglio la questione”, il messaggio che arriva dal Comune: nerazzurri e rossoneri, quindi, stanno iniziando a considerare sedi alternative dove costruire.

Salvezza del Meazza e impossibilità di costruire

Inter e Milan si sono anche dimostrate favorevoli, o perlomeno hanno fatto trapelare uno spiraglio per la ristrutturazione di San Siro. Il problema che preoccupa di più i club, però, è che sarebbe impossibile costruire vicino al Meazza senza demolirlo.

Il Comune si era pronunciato favorevole al progetto del nuovo stadio: a patto, però, che non si costruissero uffici, hotel, centri commerciali considerati extra e che si salvasse San Siro: servono 1,2 miliardi di euro complessivi per la realizzazione del progetto (650 milioni solo per costruire lo stadio). I club hanno fatto trapelare di essersi detti disponibili in un primo momento a salvare il vecchio stadio più per garbo che per convinzione.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy