Conte conferma la sua fama, ha fatto rinascere i senatori: da Ranocchia a Candreva, in attesa di...

Conte conferma la sua fama, ha fatto rinascere i senatori: da Ranocchia a Candreva, in attesa di...

Antonio Conte non è soltanto un allenatore, ma anche un grande motivatore capace di rivitalizzare elementi che vivevano un periodo difficile. L'ha fatto alla Juventus, al Chelsea e lo sta facendo anche all'Inter, segno che l'allenatore salentino sia un reale valore aggiunto come dicono in tanti.

L'INARRESTABILE EFFETTO CONTE

Conte ha portato nell'ambiente entusiasmo e unità d'intenti. In poche parole con l'ex CT della Nazionale si è alzata l'asticella. Lo sa la dirigenza, i giocatori e i tifosi, ecco perchè in un certo senso ci si aspetta un anno "diverso" rispetto a quelli vissuti recentemente.

Nella fase di gestione di Luciano Spalletti, al netto dei tanti episodi che hanno creato malcontento, vi erano alcuni giocatori costantemente esclusi e di conseguenza poco motivati. È il caso di Ranocchia e Candreva, che invece con Conte hanno giocato egregiamente le prime 2 partite di campionato.

Poi certo l'allenatore deve fare delle scelte, ma l'importante è far sentire tutti importanti per la causa. Con i rientri di De Vrij e Godin, Ranocchia tornerà in panchina, ma almeno si percepisce la sua utilità nel momento in cui mancherà un titolare.

Candreva invece è diventato un punto fermo come esterno destro. Per Conte è l'interprete perfetto per ricoprire quel ruolo, mentre nel 4-2-3-1 di Spalletti veniva utilizzato con il contagocce (nel secondo anno con l'acquisto di Politano). Ci sarà anche spazio per il nuovo arrivato Lazaro ma, fino a quando l'ex Lazio manterrà questo livello di prestazioni e sarà al top della forma, diventerà dura scalzarlo.

E GAGLIARDINI?

Gagliardini ha trovato poco spazio, subentrando con il Lecce. L'allenatore pugliese crede in Roberto, tant'è che si è opposto ad una sua cessione, nonostante gli estimatori per l'ex Atalanta non mancassero, soprattutto in Italia. Sicuramente il centrocampista sarà chiamato in causa quanto prima, poi starà a lui convincere Conte di essere da Inter e soprattutto un elemento funzionale per la sua idea di calcio.

 

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram