Demba Ba attacca i razzisti italiani e la curva interista

Razzismo, Demba Ba attacca: “Per questo ho rifiutato l’Italia. Via i giocatori neri da quel campionato”


L’ex Chelsea non ha affatto digerito i cori razzisti contro Lukaku in Cagliari-Inter

L’ultimo episodio di razzismo vissuto domenica sera in quel di Cagliari nei confronti di Lukaku, non è di certo passato inosservato, come giusto che sia. Ad aggravare la situazione è stato il comunicato della Curva Nord, che in qualche modo giustificava questi comportamenti beceri come forma per intimidire l’avversario e non razzismo. Tutto ciò ha scosso molti amanti del calcio e calciatori come Demba Ba, il quale è stato molto duro e diretto in questa circostanza.

L’ATTACCO DI DEMBA BA

Il calciatore senegalese, attualmente al Basaksehir, non ha preso bene il messaggio degli ultrà nerazzurri, per usare un eufemismo. Ecco quanto ha scritto attraverso il proprio profilo Twitter: “Ecco il motivo per cui ho deciso di non giocare lì quando potevo… E a quel punto vorrei che tutti i giocatori neri uscissero da questo campionato. Sicuramente non fermerà la loro stupidità e odio, ma almeno non offenderanno le altre razze”.

Un attacco deciso e perentorio, senza mezze misure. Una presa di posizione comprensibile e giustificabile. Dispiace che per una piccola frangia di stupidi debba andarci di mezzo un paese intero. Forse sarebbe il caso di aprire la mente e capire che siamo tutti uguali e chi scende in campo sta svolgendo il proprio lavoro per cui viene profumatamente pagato, ma ci fa anche divertire. L’Italia non è razzista, ma talvolta poche unità di persona rovinano l’immagine di uno dei paesi più belli al mondo, ricco di storia, cultura e bellezze naturali.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy