Cagliari-Inter, le pagelle: Sensi onnipresente, deludono D'Ambrosio e Candreva

Cagliari-Inter, le pagelle: Sensi onnipresente, deludono D’Ambrosio e Candreva


Con una prestazione non eccellente, l’Inter sbanca la Sardegna Arena e si conferma in vetta alla classifica. Cagliari ko grazie ai gol di LukakuLautaro Martinez. Con, però, un super Stefano Sensi.

CAGLIARI-INTER, LE PAGELLE: SENSI ILLUMINA, BROZO FRENATO

Handanovic 5.5: Sul gol non è particolarmente reattivo, essendo il colpo di testa lento e nemmeno troppo angolato. Rischia poco per il resto della partita.

D’Ambrosio 5.5: Colpevole sulla rete del momentaneo pareggio di Joao Pedro: si perde il numero 10 sardo sul colpo di testa.

Skriniar 6.5: Attento e preciso nell’1 vs 1, fisicamente regge il duello con Cerri e Pedro, senza rischiare praticamente nulla.

Ranocchia 6.5: Rischia solo sul rinvio di testa che porta all’occasione di Cerri, poi è attento e non commette più nessun errore.

Candreva 5: Difficile riproporre l’eurogol contro il Lecce, ma l’esterno non è lo stesso neanche dal punto di vista della corsa e dei cross.

Vecino 5.5: A centrocampo soffre la qualità di Rog, Nandez e Nainggolan, e non riesce a proporre la sua qualità: gli inserimenti in area.

Brozovic 6: Gioca gran parte della partita gravato del giallo per il fallo sull’ex compagno Nainggolan, cosa che lo frena dal punto di vista del pressing offensivo e del lavoro di interdizione.

Sensi 7: Il migliore per distacco. Assist per il colpo di testa di Lautaro che vale lo 0-1, rigore procurato con rouleta e magia.

Asamoah 6.5: Difensivamente rischia poco ed è anche molto propositivo dal punto di vista offensivo. Sempre pericoloso sulla sinistra.

Lautaro 6.5: Voglioso e calato nel ruolo di partner di Lukaku, apre le marcature e poi si propone. Prestazione positiva, proprio come vuole Conte.

Lukaku 6: Il suo rigore decide il match, ma è ancora macchinoso nei movimenti e nelle giocate. E sbaglia il gol che poteva chiudere definitivamente il match.

Barella 6: Buon ingresso in campo per il grande ex: gestisce a centrocampo, prende botte e smista palloni.

Politano 6: Entra bene in campo, tiene su la squadra e guida numerosi contropiedi, anche se sbaglia il possibile 1-3.

Godin s.v.: Pochi minuti per l’ex Atletico, tocca pochi palloni senza rischiare.

Conte 6: La squadra è meno brillante rispetto al match con il Lecce, mentalmente e fisicamente concede qualcosa di troppo al Cagliari. Ma è arrivata una vittoria preziosissima.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy