Antonio Conte in conferenza: "Gestiamo l'entusiamo. Sanchez ci sarà"

Antonio Conte in conferenza:

Ecco la conferenza in diretta dell'allenatore dell'Inter prima della sfida al Cagliari. Ecco cos'ha da dire Antonio Conte.

ECCO LE PAROLE DI ANTONIO CONTE

Buongiorno Mister, che partita si aspetta?

"Campo difficile ed ostico. Il Cagliari ha grande voglia di rivalsa dopo il passo falso contro il Brescia. Dovremo fare attenzione ed essere preparati per una partita tosta".

Cosa fornisce Sanchez all'Inter?

"Spero di rispondere più in là con i suoi numeri: è molto bravo nella finalizzazione, nel servire assist. Nelle ultime due stagioni non ha fatto benissimo ma ha grande entusiasmo. Sanchez è il benvenuto e domani sarà a Cagliari".

Hai cercato di riportare tutti con i piedi per terra dopo il Lecce?

"L'entusiasmo va gestito nella giusta maniera. Dobbiamo continuare a lavorare con serietà, voglia ed abnegazione. Dobbiamo migliorare su diversi aspetti, sapendo che da quello che faremo passerà il nostro futuro".

L'anno scorso l'Inter fece fatica a Cagliari con un Barella in gran forma. A che punto è Nicolò? Cosa ti aspetti per domani?

"Il Cagliari ha fatto un gran mercato, ha un grande allenatore, ma è solo uno degli step che dobbiamo affrontare. Dopo la partita avremo le idee più chiare. Sono molto contento di Nicolò; quando sei all'Inter sai che entri in competizione con gli altri e voglio che ci sia questa competizione. Dopo la sosta tutti dovremo farci trovare pronti".

Quanto è importante avere un nucleo di italiani forte e che gioca?

"Avere un nucleo di giocatori forte è importante: se sono italiani è ancora meglio, perchè abbiamo a cuore le sorti della Nazionale. Penso che sia molto importante avere una buona base di giocatori italiani".

Ti aspetti un Nainggolan motivato? Hai intenzione di limitare la sua voglia di riscattarsi? Biraghi sarà a Cagliari?

"Biraghi è arrivato un po' provato, ha bisogno di lavorare e rimettersi in pari con gli altri. Per Radja ho grande stima e rispetto, tant'è che lo volevo al Chelsea al mio primo anno. - il microfono dà problemi tra le risate generali - Sono state prese delle decisioni ma lo saluterò molto piacevolmente".

Manca in rosa un attaccante che possa fare da vice Lukaku?

"Di mercato preferisco sempre parlarne con il club, nelle sedi opportune. La rosa è questa a disposizione e siamo contenti di andare a partecipare a competizioni importanti con questa rosa. Marotta è stato abbastanza chiaro dicendo che il mercato è chiuso".

La società ti ha comunicato qualcosa riguardo alla linea da mantenere riguardo al caso Icardi?

"Tutto è stato fatto nella maniera più corretta possibile. Dobbiamo essere totalmente concentrati su questa stagione, ma vedo che i protagonisti continuano ad essere altri e non chi deve giocare questa stagione".

Incentivi l'unione dei giocatori fuori dall'orario di lavoro?

"L'iniziativa della cena l'hanno presa i calciatori ed io non posso che essere contento. Non sono forzati solamente in queste 2/3 ore ad Appiano: l'importante è che non tornino tardi a casa".

Dopo ieri sera, può cambiare qualcosa? Ci può essere qualche turbativa?

"Assolutamente no. Siamo concentrati sul lavoro e su quello che accade in campo. Capisco che per altri è molto più importante cavalcare queste situazioni, ma noi siamo concentrati sul campo".

Politano rimane all'Inter? Come stanno Godin e De Vrij?

"Marotta è stato chiaro: il mercato è chiuso sia in uscita che in entrata. Non ho avuto nessun avviso di scontentezza dal giocatore. Sono contento di Matteo e lui sa benissimo cosa penso di lui e del suo ruolo. Godin ha ripreso ad allenarsi da martedì e verrà in panchina domani. De Vrij? Vediamo".

Sensi è un esempio chiaro di un mercato oculato ed attento?

"Penso che bisognerebbe sempre fare un mercato oculato, un mercato in cui si cerca di andare d'accordo con l'idea dell'allenatore. In diversi club chiedi un attaccante e ti arriva un terzino sinistro da 90 milioni. Noi siamo stati chiari fin dall'inizio. Essere andati a prendere calciatori dal Sassuolo, dal Cagliari e dall'Hertha è stato importante. Sfruttare le occasioni di Romelu, Sanchez e Godin è stato importante. Bisogna prendere giocatori importanti per la causa".

Valentino Lazaro possiamo vederlo in campo?

"Lazaro ha avuto questo problema alla coscia all'inizio del ritiro. Non dimentichiamo che arriva da un campionato straniero; bisognerà dargli il giusto tempo sia dal punto di vista fisico che da quello tattico".

Vede Lautaro come possibile alternativa a Lukaku come prima punta?

"Lautaro può giocare sia da prima che da seconda punta. A 22 anni ha grandi margini di miglioramento ed una grande prospettiva. Abbiamo bisogno che lui dia risposte importanti".

Termina la conferenza stampa di Conte alla vigilia di Cagliari-Inter.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram