Inter-Lecce, Conte a Dazn: “Dobbiamo diventare dinamite. Lukaku gigante buono”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Vittoria straripante al debutto per Antonio Conte. Alla prima in nerazzurro, il tecnico dell’Inter surclassa il Lecce per 4-0 e strappa i primi applausi di San Siro. Al termine della gara, l’allenatore della Beneamata ha analizzato così la prestazione dei suoi ai microfoni di Dazn.

INTER-LECCE, CONTE: “DOBBIAMO DIVENTARE DINAMITE”

PARTITA – “Siamo partiti bene, con la giusta voglia e la giusta intensità. Poi a fine primo tempo ci siamo un po’ disuniti, non mi sono piaciuti per nulla e l’ho detto ai ragazzi. Il Lecce è una buona squadra, e noi oggi ci eravamo, ma altrimenti rischi di inciampare. E sinceramente non lo voleva nessuno di noi visto anche l’entusiasmo che si è creato attorno alla squadra. C’è ancora tanto da migliorare, però sono degli step e non dimentichiamo che stiamo lavorando insieme da pochi mesi. Mi piace lavorare con questi ragazzi perché danno grande disponibilità”

LUKAKU – “E’ entrato nel mondo Inter nel migliore dei modi, con umiltà. È un gigante buono, ma devo essere contento anche di Lautaro e di tutti gli altri perchè sono tutti da elogiare. Ora festeggiamo fino a mezzanotte e poi subito testa al Cagliari. Non dobbiamo essere una scintilla, bisogna diventare dinamite. Quindi sotto con il lavoro perché possiamo crescere”

MODULO – “Oggi è un 3-5-2, ma è un’evoluzione del 4-2-4. Anzi, attacchiamo anche con più uomini rispetto al mio vecchio 4-2-4. Penso di avere uomini adatti a questo sistema: ho trovato difensori di spessore, centrocampisti bravi nell’inserimento e sono tutti gol che possono arrivare in più dal centrocampo. Su ogni sistema, chiaramente, bisogna lavorarci tanto finché i giocatori non sono stanchi di ripetere le situazioni”.

SENSI E BROZOVIC – “Sono giocatori polivalenti con grande qualità di palleggio. Andrebbero in difficoltà in una mediana a due, ma a tre vanno benissimo. E anche Vecino oggi ha fatto bene, nonostante sia reduce da un problema muscolare. Stesso discorso per Barella e Gagliardini: c’è la possibilità di cambiare senza snaturare l’idea”

RITORNO IN SERIE A – “Io sono questo, totale per la causa che sposo ed il primo tifoso della squadra che alleno. Anche in passato, si è sempre creato un grande feeling con l’ambiente di lavoro. E sarà sempre così”

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook