Icardi, Juventus o resta all’Inter. L’argentino non considera altre soluzioni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Mauro Icardi, un rebus dalla difficile risoluzione. Come riporta la Gazzetta dello sport, l’argentino non considera altre mete che non sia la Juventus. Negli ultimi giorni si era aperta la pista Roma nell’ambito di uno scambio con Edin Dzeko, oltre l’interesse del Napoli, ma sono destinazioni che non convincono l’ex capitano dell’Inter.

Icardi irremovibile, l’Inter altrettanto

La vicenda non si sblocca semplicemente perchè nessuno fa un passo indietro. Il numero 9 dell’Inter sarebbe disposto pure a restare a Milano, nonostante sia fuori dal progetto tecnico. L’Inter dal suo canto ha già preso la sua decisione: qualora dovesse restare farebbe tribuna. Una posizione netta e decisa, che non lascia spazio ad equivoci. Anche perchè un eventuale dietrofront non sarebbe una gran bella figura dopo aver dichiarato pubblicamente determinate cose.

Mercato bloccato

Qual è la conseguenza di tutto questo? Un mercato attaccanti completamente bloccato. L’Inter è arrivata al primo agosto senza centravanti, al netto del giovane Esposito e di Lautaro Martinez (che prima punta non è) che in Nazionale e con Spalletti ha svolto quel ruolo. Ma nel 3-5-2 è chiaro che il Toro agirebbe come seconda punta, al fianco di un attaccante di peso.

Una situazione di totale standby, che non consente all’Inter investimenti di una certa portata. Ecco perchè Lukaku non si sblocca, magari con la cessione di Mauro i nerazzurri avrebbero potuto venire incontro alle richieste dei Red Devils.

Ad ogni modo questa settimana sarà decisiva. L’8 agosto termina il calciomercato in Inghilterra, per cui è molto difficile ipotizzare che il Manchester United lasci partire il belga senza essersi assicurato il sostituto.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook