Leao, il portoghese è da tempo sul radar di Piero Ausilio

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’Inter sta puntando tutto su Lukaku, ma si comincia a guardare intorno in cerca di possibili alternative. E il portoghese Leao, vecchio pallino di Ausilio, potrebbe tornare nei radar degli uomini di mercato nerazzurri.

Leao: vecchio pallino e opzione futura. Ma occhio alla concorrenza

Come riporta la Gazzetta dello Sport, l’Inter sta cercando alternative al sogno Lukaku; tra i vari nomi fatti in questi ultimi giorni (Cavani, Rodrigo, Duvan Zapata), è uscito fuori anche quello di Rafael Leao, giocatore portoghese classe 1999, attualmente al Lille.

Quello del portoghese non è però un nome nuovo in casa Inter, perchè già un anno fa il ds Ausilio aveva sondato il terreno con lo Sporting Lisbona, pur senza affondare mai il colpo.

Il giocatore veniva da una stagione in biancoverde decisamente positiva, con tanto di doppietta contro la Juventus nella Youth League( la Champion’s League delle squadre primavera), e alla fine la spuntò il Lille, che pagò al club lusitano una cifra relativamente bassa, 6 milioni di euro.

L’ottima stagione in Francia, condita anche da 8 reti e due assist, ha fatto si che il prezzo sia salito fino ai 40 milioni attualmente richiesti dal Lille.

Un’offerta da Via della Liberazione può arrivare quindi solo in caso di mancato approdo a Milano di Lukaku, sempre che altri club non si fiondino prima sul giocatore: su di lui si sono fatte avanti diverse squadre, tra cui Juventus, Napoli, Everton. 

Sul fronte Lukaku, e quindi anche sul fronte Rafael Leao, tutto potrebbe essere più chiaro dopo questo weekend, in cui le dirigenze di Inter e Manchester United dovrebbero tornare ad incontrarsi a Singapore, in occasione dell’amichevole valevole per l’International Champions Cup.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook