Brazao: "Difficile lasciare il Cruzeiro, ma scelta saggia. Cerco di imparare il più possibile"

Brazao: “Difficile lasciare il Cruzeiro, ma scelta saggia. Cerco di imparare il più possibile”


Nei giorni scorsi è diventato ufficialmente un nuovo giocatore dell’Inter: il giovane portiere brasiliano Brazao è stato intervistato dal Diario de Uberlandia e ha parlato dei suoi primi mesi in Italia dopo essere trasferito dal Cruzeiro.

Brazao: “Ho cercato di adattarmi il prima possibile”

Intervistato dal Diario de Uberlandia, Brazao, giovane portiere classe 2000 ufficializzato all’Inter qualche giorno fa, ha parlato dei suoi primi mesi passati al Parma: “È stata una scelta difficile lasciare Cruzeiro, perché è un grande club in Brasile e anche nel mondo, e sono molto grato per tutto ciò che hanno fatto per me, perché avevo 13 anni in quel momento. Ma in quel momento, insieme alla mia famiglia e ai miei agenti, abbiamo optato per la mia partenza. E penso che sia stata una scelta saggia perché ho dei nuovi obiettivi. Una delle mie scelte per partire era un ambiente professionale e di non giocare più nelle categorie giovanili. A Parma sono stato sempre in prima squadra e spesso convocato per le partite di campionato, proprio nella mia prima stagione. È stata una grande esperienza e sono molto grato a Dio per aver avuto il mio spazio nel calcio italiano”.

Il brasiliano ha poi parlato della scuola dei portieri italiani: “E’ una delle migliori al mondo. Quando mi chiedono quale sia la scuola migliore, italiana o brasiliana, dico: entrambe. Non esiste una scuola migliore, sono solo diverse. Ho cercato di adattarmi il prima possibile, ovviamente, senza lasciare le mie caratteristiche che ho imparato qui in Brasile, ma questo adattamento è stato molto importante per lo stile italiano. Cerco di imparare il più possibile, in modo che in allenamento riesca sempre a parare per mettermi in mostra”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy