Calciomercato, per arrivare a Dzeko servono delle contropartite

Calciomercato, per arrivare a Dzeko servono delle contropartite


Continuano le trattative per portare Edin Dzeko a Milano; il Corriere dello Sport ha oggi chiarito il punto della situazione, riportando l’incontro avvenuto lunedì scorso tra Ausilio e la società giallorossa.

Operazione-Dzeko: le contropartite a cui Ausilio non è disposto a rinunciare

Edin Dzeko è pronto ad indossare la maglia nerazzurra; l’Inter, infatti, ha già trovato un accordo con il giocatore, che firmerà un contratto triennale, ma bisogna ancora convincere la Roma.

In effetti i giallorossi hanno rifiutato la prima offerta di 10 milioni, in quanto ritenuta troppo bassa; durante l’incontro verificatosi lunedì scorso, Ausilio e il Club romano hanno iniziato a gettare le basi per arrivare alla cifra finale.

Si parla di circa 12-13 milioni più una contropartita, una formula che assomiglia molto a quella che ha portato Nainggolan a Milano l’anno scorso. La dirigenza interista stavolta, ha però rifiutato categoricamente di inserire due giovani promettenti; il rischio, infatti, è quello di ripetere l’errore commesso l’anno scorso, quando i nerazzurri hanno deciso di cedere Zaniolo, esploso quest’anno.

I giovani che l’Inter non ha intenzione di cedere sono Radu e Esposito. Il primo è stato protagonista di un’ottima stagione con la maglia del Genoa, mentre il secondo è il giovane della Primavera di cui tutti parlano, con delle qualità già incredibili nonostante la giovane età.

Per arrivare all’attaccante bosniaco, però, i nerazzurri dovranno comunque rinunciare ad un giovane, ed è possibile che a partire sarà, alla fine, Marola, della Primavera di Madonna.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy