PREVIEW - Inter-Juventus, Spalletti contro il tabù bianconero

PREVIEW – Inter-Juventus, Spalletti contro il tabù bianconero


Sarà il sentitissimo match tra Inter e Juventus a chiudere gli anticipi della 34° giornata di Serie A. La Juventus è già campione d’Italia mentre l’Inter è a caccia di un risultato positivo per continuare a difendere e consolidare il 3° posto. Spalletti in 26 confronti contro i bianconeri ha vinto solamente 2 volte mentre solo in 3 circostanze su 10 ha battuto Allegri.

STATISTICHE E CURIOSITÀ SUL DERBY D’ITALIA


Il derby d’Italia è la sfida più giocata nella storia del campionato grazie ai suoi 198 confronti ufficiali. Per ben 90 volte la Juve è uscita vincitrice, 58 sono state le vittorie dell’Inter e 50 i pareggi.
A San Siro sono stati disputati 98 incontri e i nerazzurri si sono imposti per ben 43 volte. 24 le vittorie bianconere.
L’ultima vittoria dei nerazzurri a San Siro risale al 18 Settembre 2016, giorno in cui l’Inter di De Boer riuscì a rimontare la rete di Lichsteiner grazie ai gol di Icardi e Perisic.


LO STATO DI FORMA DELLA JUVENTUS DI MASSIMILIANO ALLEGRI

Nelle ultime 5 gare di campionato i bianconeri hanno totalizzato 12 punti e, assieme alla Spal, sono la squadra che ne ha totalizzati di più. Nel mezzo c’è da sottolineare la cocente eliminazione dalla Champions League a favore dell’Ajax.

DATI E CURIOSITÀ SULLA STAGIONE DELLA JUVENTUS


Con un gol in più rispetto all’Atalanta, la squadra di Massimiliano Allegri ha il miglior attacco del campionato (67). Con appena 23 reti subite, 4 in meno rispetto all’Inter, detiene la miglior difesa della competizione.


Se è l’Inter ad avere la media di possesso palla più elevata (59.3) la Juventus è al 4° posto di questa particolare classifica (54.5).

Sono 509 i tiri realizzati: è il 4° club della Serie A ad averne effettuati di più. Mentre per quanto riguarda i cross tentati, le due squadre hanno numeri molto simili. I nerazzurri sono al 1° posto (869) e i bianconeri sono subito dietro. Sono 688 quelli fatti partire dalla squadra di Allegri; 323 dalla destra e 362 dalla sinistra. E’ Alex Sandro lo specialista assoluto (127).

La Juventus, inoltre, è la squadra con meno palloni persi ed è 4a per quanto riguarda gli 1 vs 1 tentanti (1045). Qui lo specialista assoluto è Cristiano Ronaldo (186), seguono Cancelo (138) e Dybala (111). Terza, invece, per quanto riguarda i tocchi in area effettuati (702); a padroneggiare in questo caso è sempre il portoghese con 154.

Dal punto di vista difensivo i bianconeri sono al 3° posto sia per quanto riguarda i palloni intercettati e sia per il minor numero di duelli aerei fronteggiati (953).

Invece, sotto l’aspetto dell’impostazione, la Juventus ha effettuato 17169 passaggi (4°) con Alex Sandro (1606) e Bonucci (1540) ad averne eseguiti maggiormente. La Juventus è anche la 2a squadra per quanto riguarda i passaggi effettuati nella trequarti avversaria, 2120.

Ultimo dato statistico da tenere in considerazione è la fascia di tempo in cui la squadra campione d’Italia realizza e subisce maggiormente. Tra il 60’ e il 75’ i bianconeri hanno messo a segno 17 reti sui 67 totali mentre ne hanno incassati 6 su 23. E’ proprio questa la fase di gioco in cui i bianconeri riescono a concretizzare ma anche a subire di più.

SCHIERAMENTO TATTICO: 4-3-3 O NUOVI ESPERIMENTI PER ALLEGRI?

Con uno scudetto in tasca, con Douglas Costa, Dybala ai box e con Mandzukic e Khedira che hanno concluso la stagione anzi tempo, Massimiliano Allegri potrà confermare il 4-3-3 oppure tentare di sperimentare qualcosa di nuovo in proiezione della prossima stagione.

In difesa rientrerà quasi sicuramente Chiellini. L’assenza del difensore, soprattutto in Champions League, ha tolto alla Juventus sicurezze e fisicità e il suo rientro sarà sicuramente molto importante e confortante per Allegri. Il tecnico toscano potrebbe dare spazio a Spinazzola al posto di Alex Sandro, anche se il brasiliano è una pedina molto importante nello scacchiere tattico. Il terzino sinistro è il calciatore con più passaggi effettuati, un dato che sottolinea quanto la Juve tenti di costruire il gioco proprio partendo da quel lato.

A centrocampo l’elemento chiave è Pjanic, il bosniaco da vertice basso è determinante nel dettare i tempi di gioco alla propria squadra ma anche a spezzare le sortite degli avversari. L’ex Roma può essere decisivo quando entra nella trequarti avversaria perché spesso si affida a dei passaggi filtranti che sono molto pericolosi. Matuidi e Can sosteranno Pjanic, due giocatori accomunati dall’essere molto pericolosi con gli inserimenti senza palla nell’area avversaria, per cui ai centrocampisti e i difensori dell’Inter sarà richiesto un lavoro molto delicato.

In attacco Allegri potrebbe rilanciare Kean dal 1’, dirottando in panca Bernardeschi e con Roanaldo e Cuadrado a sostegno della punta italiana.

Non sono da escludere esperimenti tattici. Indubbiamente la Juventus per ambire ancor più concretamente alla Champions League deve cambiare qualcosa, ad esempio il passaggio al 4-2-3-1 potrebbe essere un ipotesi da non scartare. Da capire se Allegri vorrà farlo già da subito oppure provarlo in altre gare perché il derby d’Italia è una partita a se.

(Fonte dati: Wyscout)




ULTIME NOTIZIE

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl