Scatta l'allarme, San Siro è instabile. Realtà o tentativo di risparmiare sul nuovo stadio?

Scatta l’allarme, San Siro è instabile. Realtà o tentativo di risparmiare sul nuovo stadio?


La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno a notificare che a determinate frequenze la struttura del meazza oscillerebbe. Però qualcuno già vocifer che dietro ci sarebbe solo un tentativo di Inter e Milan per risparmiare in vista del futuro stadio.

San Siro ha tremato in occasione della sfida con l‘Atalanta. La commisione di vigilanza assicura però che non c’è pericolo e già c’è chi parla di speculazioni in vista del nuovo stadio.

SAN SIRO TREMA, SCATTA L’ALERT

Nelle ultime ore è rimbalzata la clamorosa notizia secondo la quale lo stadio “Meazza” avrebbe dei problemi strutturali. In realtà la notizia non è una sorpresa. Già in occasione dei concerti di Vasco Rossi alcuni anni fà, era accaduto che la struttura avesse vibrato e ondeggiato di circa cinque centimetri. Anche durante il concerto degli U2 nel 2004 ci fu una segnalazione di pericolo per la sicurezza pubblica e c’era stato il sequestro di due gradoni del secondo anello.

Arrivando però a tempi più recenti, nell’ultima sfida in casa dell‘Inter contro l’Atalanta, si sarebbero verificate, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, nuove scosse all’altezza del terzo anello, per quella partita aperto anche al pubblico di casa.

In ogni caso la commissione di vigilanza ha dato il via libera per la sfida di stasera conro la Roma, dove nel terzo anello saranno ospitati solo i tifosi ospiti.

Ovviamente c’è chi in questa situazione ha visto un tentativo delle due società milanesi per risparmiare denaro in vista della costruzione di un nuovo impianto. Infatti lo stadio è del comune di Milano e demolirlo vorrebbe dire ripagare per intero il costo a bilancio a Palazzo Marino. Quindi eventuali problemi strutturali, significherebbero abbassare il prezzo da pagare, ma queste dicono in comune, sono solo dicerie.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl