Radu, Karamoh, Pinamonti e molti altri: l'Inter può ricavarne un tesoretto in chiave FPF

Radu, Karamoh, Pinamonti e molti altri: l’Inter può ricavarne un tesoretto in chiave FPF

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

In realtà non ci sono certezze in tal senso, ma il Corriere dello Sport insiste: per chiudere i conti definitivamente col FFP Uefa e liberarsi del settlement agreement, l’Inter dovrà racimolare 40-45 milioni entro giugno da plusvalenze. E allora ecco che potrebbe tornare utile il serbatoio nerazzurro che ha tanti suoi frutti in giro per l’Italia e non solo.

I NOMI PAPABILI PER LE PLUSVALENZE

I nomi sono quelli di Pinamonti, Bastoni, Vanheusden, Radu, Carraro, Gravillon e Karamoh. Per Radu, sul quale l’Inter ha il diritto di riacquisto per 8 milioni dal Genoa, sono già arrivate offerte da 15 milioni, rispedite al mittente dal club nerazzurro. Da valutarne il futuro, perché non è nemmeno escluso possa tornare alla base per crescere all’ombra di Handanovic. Stesso discorso, più o meno, per Vanheusden e Bastoni. Gravillon, invece, sarà certamente ceduto (sempre con recompra). Sta facendo benissimo, a Perugia, Carraro che è osservato da un paio di club di Serie A, meno brillante Emmers alla Cremonese, mentre Karamoh, prima di un calo legato a qualche comportamento sopra le righe, era andato forte al Bordeaux. Lui potrebbe essere sacrificato in caso di plusvalenza significativa.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy