L'ALBA DEL GIORNO DOPO - Milano è nerazzurra, ancora una volta

L’ALBA DEL GIORNO DOPO – Milano è nerazzurra, ancora una volta


E contro ogni pronostico la pazza Inter si aggiudica un derby spettacolare e ricco di emozioni. Nel momento più importante ecco la reazione. Gli uomini di Spalletti hanno messo in campo una prestazione magnifica segnata da grinta, voglia e determinazione.

Un approccio alla partita mai visto prima

L’Inter dimostra un approccio alla partita mai visto durante questa stagione. Infatti, al 3′ minuto Vecino segna una rete a porta semi vuota dopo un’azione corale che lo mette nelle condizioni ideali per segnare a botta sicura. Un inizio perfetto che cambia subito l’inerzia della partita. Alla faccia di chi prevedeva un derby bloccato, nervoso e a reti inviolate! Dal gol di Vecino ci si poteva aspettare una reazione del Milan e magari un abbassamento dei ritmi interisti; tutt’altro! Inter che continua a premere sull’acceleratore sfiorando più volte il raddoppio; la squadra di Gattuso appare già alle corde e non riesce riorganizzarsi. Le incursioni di Vecino e di Politano mettono in seria difficoltà la retroguardia rossonera che si vede arrivare uomini da tutte le parti. Il primo tempo migliore della stagione, un’Inter aggressiva e decisa che finalmente si prende in mano il proprio destino.

Un derby spettacolare

A inizio secondo tempo succede di tutto. Prima la rete di testa di De Vrij che si libera dal peso dell’errore che ha portato al gol qualificazione per l’Eintracht giovedì sera. Poi il Milan accorcia con Bakayoko. Questo è stato un altro momento chiave della partita. Sul 2-1 i rossoneri hanno ricominciato a crederci alzando il livello del loro gioco ma l’Inter non demorde e continua ad attaccare. Giocatori nerazzurri che in campo trasmettono sia grande voglia di reazione, sia grande serenità nei momenti in cui il Milan si è acceso. Senza alcun tipo di timore le trame offensive nerazzurre sono sempre partite dal basso, a volte prendendosi qualche rischio ma senza dare l’impressione che questa Inter giocasse in modo sprovveduto. Ed è proprio da un’azione palla a terra che Politano trova un corridoio per accentrarsi e viene sgambettato in area da Castillejo involontariamente. E’ calcio di rigore.

Questa responsabilità se la prende il Toro Martinez, che a 22 anni dimostra di avere una personalità incredibile. Il risultato si porta sul 3-1 ma il Milan reagisce e dopo pochi minuti trova la rete del 3-2 al 71′. Ancora una volta l’Inter non si fa intimorire da un Milan molto più in partita rispetto al primo tempo ma con la voglia di vincere, gli uomini di Spalletti riescono a contenere le avanzate rossonere mantenendo il risultato. Incredibile è il salvataggio praticamente sulla linea di porta di D’Ambrosio che salva il risultato da un tiro a botta sicura di Calhanoglu nel recupero.

E l’Inter, dopo essere sempre stata in vantaggio, riesce a battere il Milan che non perdeva da dicembre 2018. La minaccia numero 1 Piatek? annullata dalla coppia Skriniar-De Vrij. Una serata perfetta per l’Inter che si aggiudica anche il derby di ritorno dopo una partita emozionante. Ora bisognerà ripartire da qui, da questa splendida partita, dai valori dimostrati in campo per aggiudicarsi il prima possibile la matematica certezza del posto in Champions.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy