Candreva: "Quando si gioca meno non si può essere contenti. A Bergamo difficile per tutti"

Candreva: “Quando si gioca meno non si può essere contenti. A Bergamo difficile per tutti”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Antonio Candreva, insieme a Radja Nainggolan, è stato protagonista di un evento organizzato dallo sponsor dell’Inter, Credit Agricole. L’esterno nerazzurro è stato intervistato da Sky Sport, parlando di diversi argomenti.

Candreva: “Quest’anno siamo consapevoli delle nostre qualità”

Subito un commento sull’attuale situazione che si vive in casa Inter, reduce dalla brutta sconfitta contro l’Atalanta: “La ripresa degli allenamenti è stata corta, siamo in pochi visti i tanti nazionali via. Il mister parlerà quando saremo al completo. Sappiamo di non aver fatto una prestazione all’altezza, siamo consapevoli però delle nostre qualità“.

L’ex giocatore della Lazio ha poi aggiunto: “Siamo lì, siamo l’Inter, impariamo dai nostri errori. Quest’anno siamo consapevoli delle nostre qualità, abbiamo un gruppo che si aiuta. A Bergamo è difficile per tutti, gli ultimi due gol li abbiamo presi per la foga di ribaltare il risultato. Non è un alibi, ma bisognerà ripartire da quella sconfitta per fare meglio nelle prossime partite”.

Le prossime partite non saranno semplici, tra campionato e Champions League: “Non dobbiamo stare lì a guardare il calendario, anche perché in Serie A è dura contro chiunque e noi abbiamo già perso punti con le cosiddette piccole. Puntiamo il Frosinone e poi penseremo alla trasferta di Londra“.

Quest’anno sta giocando di meno rispetto alle scorse stagioni: “A livello personale non è facile, quando si gioca meno non si può essere contenti. Ma siamo un gruppo forte e l’importante è farsi trovare pronti quando si viene chiamati in causa”.

Fonte foto: screen partita

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy