Sei qui: Home » News Inter » Inter-Fiorentina, le scelte di Spalletti: i probabili titolari

Inter-Fiorentina, le scelte di Spalletti: i probabili titolari

Inizia domani sera il mini-ciclo che porterà l’Inter all’insidiosa trasferta di Eindhoven, contro il PSV. Fiorentina e Cagliari in casa e poi la trasferta olandese. Le risorse andranno gestite in maniera saggia: Spalletti, con tutta probabilità non siederà in panchina, causa una squalifica per l’esultanza scomposta dopo la rete di Brozovic nel finale del Marassi; il club di Corso Vittorio Emanuele ha deciso di agire per vie legali presentando ricorso.

I PROBABILI UNDICI: CHI SALE E CHI SCENDE

Il turnover è d’obbligo: sia per il numero di partite, sia per le poche ora a disposizione per far riposare i giocatori. Dovrebbero ritrovare la titolarità sia De Vrij, in panchina per tutti i 90′ di Genova, sia Perisic, apparso ancora un po’ sottotono contro la Sampdoria. Nainggolan ed uno tra Politano, Keita o Candreva dovrebbe comporre il terzetto offensivo alle spalle di Icardi, alla ricerca della prima segnatura in campionato. Con Vrsaljko ancora alle prese con il problema al ginocchio, il candidato al ruolo di terzino destro sarà D’ambrosio. Probabile staffetta in mediana tra Vecino, l’eroe di San Siro, e Gagliardini, assente nella lista Champions e quindi non convocato contro il PSV.

LEGGI ANCHE:  La rivelazione: "Inzaghi preferirebbe far giocare lui contro la Roma!"

BORJA VALERO: TECNICA E FOSFORO

Determinazione, personalità, fame e Borja Valero. Sono questi gli ingredienti che hanno condito le due vittorie consecutive del Meazza e del Ferraris. Spalletti, che conosce benissimo le qualità dell’ex viola, quasi sicuramente utilizzerà la carta dello spagnolo nell’ultimo quarto d’ora. La carta d’identità conta poco: i pregi del numero 20 sono chiari a tutti. Ennesima prova della bravura di Spalletti nel risollevare un calciatore che sembrava dato per partente già a giugno: la sua tecnica e la visione di gioco nel momento di appannamento servirà alla squadra per gettare il cuore oltre l’ostacolo.