Sei qui: Home » News Inter » San Siro, nuovo avvicinamento fra Inter e Milan: accordo “rossonerazzurro” in vista?

San Siro, nuovo avvicinamento fra Inter e Milan: accordo “rossonerazzurro” in vista?

Potrebbe essere definito “l’affare del secolo“. Non si sta parlando di qualche scippo clamoroso di calcio mercato, bensì di una trattativa che sembrava congelata a causa dell’ex patron milanista Yonghong Li ed ora riscaldatasi con l’avvento del gruppo Elliot: la cogestione dello Stadio Meazza.

IL COMUNE, INTER E MILAN

Colui che detiene lo Stadio è il Comune di Milano, sede a Palazzo Marino. Sarà lì che le due “ambasciate”, interista e milanista, dovranno andare a parlare per condividere un percorso che andrebbe oltre i 15 milioni stanziati in estate per la ristrutturazione dei seggiolini. Uno scenario disteso che porterebbe a 99 anni di concessione, un vero e proprio “contratto secolare” visto di buon occhio dalla giunta comunale, pessimista circa la possibilità di veder sorgere stadi di proprietà.

LEGGI ANCHE:  Brutte notizie sul rientro di Lukaku: Inzaghi esce allo scoperto in conferenza

IL NODO ELLIOT

Sul versante nerazzurro Suning può senz’altro garantire sicurezze sia economiche che manageriali. Sull’altra sponda del Naviglio l’impegno di Elliot è a breve scadenza: “dai 3 ai 5 anni” assicura il membro del CdA rossonero Franck Tuil: appare quindi difficile che il proprietario del fondo, Paul Singer, voglia imbarcarsi in una difficilissima avventura solitaria, considerati i problemi del suo connazionale James Pallotta nella Capitale. Le basi per ottenere San Siro ci sono, toccherà agli attori dietro la scrivania a rendere questo sogno una realtà: San Siro, la Scala del Calcio, coabitata da due dei club più importanti del mondo.