Italia-Polonia, male Gagliardini: bocciato all’unanimità

Il day-after è impietoso per il Roberto Gagliardini: la gara giocata a Bologna lo ha eletto come uno tra i peggiori in campo. Tutti i quotidiani sportivi e non bocciano il centrocampista nerazzurro. Solo “La Stampa” lo salva grazie al discreto secondo tempo.

I VOTI DI GAGLIARDINI: LENTO, IMPRECISO E IMPACCIATO

Tre aggettivi che non si vorrebbero mai accostare ad un centrocampista. Purtroppo la gara di Roberto Gagliardini è stata costellata da errori banali sia in fase di impostazione che di interdizione. Poca personalità e poca spinta offensiva. Quasi nulla la fase difensiva. Il fantastico centrocampista box-to-box ammirato con Gasperini sembra ormai un lontano parente. Ha deluso un po’ tutti, a cominciare dal C.T. azzuro Roberto Mancini: “galleggia come una boa nel mare azzurro”- questo è l’impietoso commento del Corriere dello Sport. La nuova posizione tattica scoperta da Spalletti, cioè quella di puro interditore vicino a Brozovic, sembra forse quella più congeniale alle sue caratteristiche fisiche: troppo lento per la regia rischia di moltiplicare la staticità di un maestro nel ruolo come Jorginho.

LEGGI ANCHE:  A sorpresa un big nerazzurro può rinnovare: c’è la notizia!

ESAMI DI RIPARAZIONE

Saranno quelli che dovrà sostenere Gagliardini: bocciato da tutti i quotidiani nazionali, salvato solo da “La Stampa” che lo promuove con un risicato 6. Gazzetta dello Sport lo boccia con riserva: 5,5 ricordando i fasti dell’Atalanta dove il classe 1994 sapeva muoversi a memoria tra i centrocampisti avversari. Ancora più impietoso il Corriere dello Sport: 4,5 senza riserve che risulta piuttosto esagerate. Il quotidiano torinese Tuttosport è dello stesso avviso della Rosea: 5.5 ed esami di riparazione a settembre.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI