Sei qui: Home » Copertina » Inter, occhio al Barcellona: blaugrana a un passo da Arturo Vidal!

Inter, occhio al Barcellona: blaugrana a un passo da Arturo Vidal!

Rimbalza dalla Spagna, più precisamente dalla Catalogna, atterra in Italia passando per le Alpi bavaresi: l’Inter non è l’unica pretendente di Arturo Vidal; a cercare di convincere il guerriero cileno sono scesi in campo anche i blaugrana. Secondo i media spagnoli e da poco anche per quelli italiani, per sostituire l’ormai ex Paulinho, la dirigenza catalana starebbe seriamente pensando di inserirsi nella trattativa per il 23 del Bayern.

INTER, VIDAL E QUELLO STALLO DECISIVO

Proprio li vuole insinuarsi il Barcellona. Vidal, Inter e Bayern Monaco hanno raggiunto da pochi giorni gli accordi di massima; persone vicine all’entourage del calciatore parlavano di visite mediche già eseguite in parte a Monaco di Baviera, ma il volo per Malpensa e la firma tardano ad arrivare. Ausilio e lo staff di Modric stanno lavorando in parallelo per portare il loro assistito a Milano. Ecco dunque che i blaugrana provano a beffare i nerazzurri: accordo vicino con il Bayern Monaco per 22 milioni di euro a titolo definitivo, mentre l’Inter proponeva un prestito con diritto di riscatto a 18 milioni. Come riportato da Alfredo Pedullà, il club nerazzurro ha preso tempo anche stamane con l’agente dell’ex Juve e questo ha permesso agli spagnoli di inserirsi nell’affare.

LEGGI ANCHE:  Esclusione Onana, arriva la replica del portiere: "Mi sono sforzato solo io per trovare una soluzione"

DUE GIOCATORI DIVERSI, DUE ANIME VINCENTI

Paragonare questi due atleti avrebbe poco senso: il croato è pura tecnica ed intelligenza tattica, il cileno è “garra”, forza fisica ed inserimenti in zona-gol. L’unica cosa che hanno in comune è la fame di vittorie: il primo ha alzato al cielo più Champions League di quelle alzate nella storia dell’Inter, mentre il secondo è campione d’America in carica. Ogni scelta è una rinuncia, si sa, e l’Inter ha scelto di coltivare il sogno croato prendendosi il rischio di perdere il cileno, che ora vede la Spagna all’orizzonte…