RASSEGNA STAMPA - L'Inter non vince, Icardi-Lautaro funziona

RASSEGNA STAMPA – L’Inter non vince, Icardi-Lautaro funziona


Ecco la rassegna stampa di mercoledì 25 luglio 2018. I quotidiani sportivi italiani, in particolare, parlando di che Inter è stata quella che ha pareggiato per 1-1 con lo Sheffield United in amichevole.

RASSEGNA STAMPA, GDS: INTER, SQUILLI DI COPPIA

La Rosea si concentra sui due giocatori che possono fare le fortune dell’Inter. L’intesa è ottima, Lautaro gioca vicino Maurito, ma senza calpestargli i piedi, e il numero 9 nerazzurro sfrutta bene le doti di assist man dell’ex Racing. Si è anche vita la difesa a tre che potrebbe debuttare nella prossima stagione, con D’Ambrosio, già abituato al sacrificio, insieme alla coppia De Vrij-Skriniar, in attesa di Miranda. Sfortuna per Dalbert: infortunio alla spalla, ma si tratta solo di una contusione, che scongiura quindi l’ipotesi frattura.

TUTTOSPORT: INTER, CI SARA’ UN CAMBIO DI MODULO?

Il quotidiano torinese analizza l’1-1 dei nerazzurri partendo innanzitutto dalla prestazione dei due argentini. L’Inter non vince, ma i due giocatori hanno dato la sensazione di trovarsi bene insieme. Lautaro è partito da trequartista dietro Icardi, ma ci sono le possibilità di un 3-5-2 o di un 4-3-1-2 che potrebbero costituire la svolta della stagione nerazzurra. Subito un Candreva frizzante, autore di buoni spunti e dell’assist per l’1-1, come tra l’altro si era già visto contro lo Zenit. Ora, però, viene il “bello”, con amichevoli di livello internazionale per l’ICC: Chelsea, Lione e Atletico Madrid.

CDS, SPALLETTI: “ICARDI-LAUTARO FUNZIONA”

Il Corriere dello Sport parla della partita e, come gli altri quotidiani, raccoglie le parole di Luciano Spalletti, soddisfatto per la prestazione, che non viene influenzata dal risultato. “Così possiamo andare lontano, sono contento perché i miei hanno reagito e resistito contro una squadra fisica e più avanti nella preparazione. Adesso ci saranno sfide molto più toste. Icardi e Lautaro possono decisamente funzionare insieme: si sono mossi bene, ma lo ha fatto tutta la squadra, anche dopo il passaggio alla difesa a tre, che volevo fare a prescindere da Dalbert. La squadra ha risposto bene”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy