Nainggolan, parla la sorella: "Radja sarebbe rimasto a Roma ma ora darà l'anima per l'Inter"

Nainggolan, parla la sorella: “Radja sarebbe rimasto a Roma ma ora darà l’anima per l’Inter”


Rania Nainggolan, sorella gemella di Radja, ha parlato oggi a ‘Fuorigioco’, settimanale de La Gazzetta dello Sport. Anche lei è una grande amante di calcio ed è infatti una giocatrice di Calcio a 5: “Io e Radja giochiamo a calcio da quando siamo nati, è la nostra grande passione. Quando eravamo piccoli tornavamo da scuola, mollavamo lo zainetto e subito fuori a dare pallonate”.

L’INTERVISTA

Sta guardando il Mondiale?
“Ho visto quasi tutte le partite col cuore diviso tra Brasile e Belgio (Rania ha una fidanzata di Rio de Janeiro, ndr). Ma vedere il Belgio senza Radja mi fa male. Meritava di esserci per quello che ha fatto con la Roma. Ero quasi sicura ci andasse, mi è dispiaciuto tantissimo”.

Si rifarà adesso a Milano con la Champions. Ma non deve essere stato facile andare via da Roma. Il blitz di Trigoria ha confermato.
“Un po’ mi spiace e come tutte le novità un po’ mi spaventa che vada via da Roma. So che staranno bene a Milano, ma qui eravamo vicini, era tutto perfetto. Lui voleva rimanere. Ma so che farà bene, darà tutto anche a Milano”.

Gli interisti sono gasatissimi. Con l’arrivo del Ninja, si parla già di scudetto. Della migliore Inter del dopo-Triplete.
“Speriamo, io ci credo. Anche Radja è carico, non vede l’ora di cominciare domani. L’Inter ha una bella squadra, può fare male alla Juve e alle altre. Mio fratello va in campo sempre per vincere. Era già così anche da bambino”.

E avere un buon rapporto con Spalletti aiuta.
“Avere la fiducia dell’allenatore è la cosa più importante per un calciatore. E poi con Spalletti può giocare dove piace a lui”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy