5 maggio, che questo giorno torni ad essere simbolo di gioia

Che il 5 maggio torni ad essere un giorno di gioia, come nel 2010

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

E’ mezzanotte, ed è il 5 maggio. Lasciando stare il ricordo buio, ci concentriamo su quello dolce. La Coppa Italia nel 2010. La speranza è che ci siano altre date come queste per tornare a gioire.

LAVORARE PER VIVERE ALTRI 5 MAGGIO…2010

Ogni interista che si rispetti, fino al 4 maggio 2010, avrebbe nascosto la testa il giorno successivo per quanto accaduto nel 2002. Per fortuna, Milito e Mourinho regalarono la Coppa Italia, la prima del Triplete, al popolo nerazzurro. Fino ad oggi, il bilancio è insomma in parità: una gioia ed un dolore. La storia, però, dà sempre una seconda e, quello che speriamo, anche una terza possibilità. Per poter rispondere a tono a juventini, milanisti (pensate che persino i romanisti si permettono di tirarlo in ballo…) e altri tifosi d’Italia, servirà avere argomentazioni da offrire nel corso degli anni.

Al momento, vivere un altro 5 maggio 2010, visto che anche la finale di Coppa Italia sembra utopia, è davvero difficile. Ma bisogna cercare di tornare pian piano ai vertici del calcio italiano per poter, un giorno, dire “Il 5 maggio? Certo, abbiamo vinto questo, codesto e pure quello”. Già adesso possiamo uscire a testa alta in questo giorno per gli altri nefasto. Ma la speranza è, in futuro, avere la voglia di svegliarsi per essere l’incubo degli altri, perché un giorno lo scudetto perso all’ultima giornata arriverà anche per gli altri, e un titolo conquistato all’ultimo respiro arriverà anche per noi. E questa data metterà tutti d’accordo e in disaccordo allo stesso tempo. Resistiamo, nerazzurri, e lavoriamo per offuscare questi dannati incubi.

fonte foto: screenshot YouTube

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy