Kondogbia, parla il fratello agente: "Inter troppo forte per lui. Credo che..."

Kondogbia, parla il fratello agente: “Inter troppo forte per lui. Credo che…”


Rumors caldissimi di mercato in merito all’affare Kondogbia. A parlare oggi è il fratello agente del centrocampista che descrive il suo ambientamento in Spagna. Leggiamo le sue parole riportate da Gianluca Di Marzio sul proprio sito.

“KONDOGBIA VUOLE RESTARE”

“Non vestirebbe più la maglia nerazzurra: vuole restare al Valencia. Lì è felice, sta bene e si trova ancora meglio. Ha trovato una bella casa e la famiglia è contenta: niente più Inter, priorità ora al Valencia”. Commenta così Evans Kondogbia, agente e fratello dell’ex centrocampista dell’Inter. “Ho parlato recentemente con il club e sia il presidente che l’allenatore mi hanno ribadito la volontà di riscattarlo. Dipenderà molto anche dalle intenzioni dei nerazzurri per Cancelo. Aspetteremo il più possibile gli spagnoli, ma sono stato già contattato da tre società: una di Premier, una spagnola e una italiana”. Agenda piena dunque per il centrocampista francese.

“INTER TROPPO FORTE PER LUI”

Evans Kondogbia non usa l’ironia: “L’Inter è una squadra troppo forte per lui, ci sono giocatori più bravi. Non abbiamo nulla contro i nerazzurri: la verità, confessata in Spagna da Geoffrey ma riportata male, è che non è evidentemente all’altezza per giocare in una squadra così. Se al Siviglia, al Valencia e al Monaco ha fatto bene e a Milano no, ci sarà un motivo? Ha bisogno do una squadra che lo capisce, senza pressioni negative eccessive”. Il fratello agente di Kondogbia parla anche del Milan: “Forse lì sanno gestire meglio le situazioni esterne. Credo che il problema sia ambientale. All’Inter non si faceva altro che parlare del suo cartellino: ora al Valencia devo ringraziare Ausilio e Sabatini per come si sono comportati e per aver facilitato il buon esito della trattativa”.

KONDOGBIA SU SPALLETTI

“Il tecnico è stato chiaro dall’inizio: ha detto a Geoffrey che avrebbe voluto restasse, ma non sarebbe stato titolare. Nella sua testa venivano prima Borja Valero e Vecino. E di partire o restare sempre in panchina, senza essere considerati protagonisti, non ce la sentivamo proprio”. Queste le parole di Evans Kondogbia che, una volta per tutte, chiarisce la situazione del fratello. Nessuno screzio con Spalletti: il problema è ambientale. E l’Inter è una piazza troppo grande per lui.

 

Fonte foto: screenshot

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy