Regina Baresi: "Ci spiace non avere vinto il Derby, ora daremo tutto per approdare in Serie A"

Regina Baresi: “Ci spiace non avere vinto il Derby, ora daremo tutto per approdare in Serie A”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Regina Baresi, capitano e punta di diamante dell’Inter Femminile, ha rilasciato alcune dichiarazioni in mixed zone post Derby. Ecco le sue parole.

REGINA BARESI: “AVREMMO POTUTO FARE MEGLIO, ORA CERCHIAMO DI VINCERLE TUTTE”

Regina Baresi ha dichiarato: “Il Derby è sempre il Derby, ovviamente ci dispiace non aver vinto. Abbiamo provato fino all’ultimo a dare tutto per segnare, ma siamo anche state sfortunate. Per la classifica il pareggio va comunque bene, ma avremmo preferito regalare una gioia ai nostri tifosi. Oggi il vento ci ha creato qualche difficoltà, ma non credo sia un alibi valido. Ci sono mille fattori e incognite differenti in una partita e il vento credo sia l’ultimo in assoluto che possa influenzare in maniera pesante una gara come il Derby”. “.

“Non abbiamo giocato male, ma spesso mi sono sentita abbastanza isolata in campo, il centrocampo era un po’ lontano. Avremmo potuto fare meglio, il pubblico certamente si aspettava di più, più spettacolo. Ora pensiamo al nostro cammino, siamo ancora prime in classifica e dovremo giocare ogni partita come una finale in modo da vincerne il più possibile. Certo, vincere oggi ci avrebbe lasciato più tranquille e avrebbe messo molto in difficoltà le cugine. Ora dobbiamo dare tutto per andare in Serie A, specie dopo la beffa all’ultimo respiro dello scorso anno”.

Regina ha poi concluso: “Il calcio è nel DNA della famiglia, tra papà e zio, sono cresciuta in mezzo ai campi e giocando a pallone, era naturale mi appassionassi. Ora vivo la mia avventura personale nel calcio femminile”.

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy