Il camaleonte Miranda, si adatta a tutto ma in estate potrebbe salutare

Il ritorno in campo di Miranda, il camaleonte che può partire in estate


La difesa dell’Inter senza Miranda è meno sicura. La buona prova di Ranocchia e Skriniar non cancella il fatto che col brasiliano i meccanismi difensivi siano migliori, con una percentuale di vittorie che con lui in campo è migliore, col 56% di gare vinte.

Miranda, il talismano contro le big

Scrive La Gazzetta dello Sport che Miranda non incanta la critica, segna poco o nulla, a volte sembra troppo compassato e quando sale palla al piede i tifosi tachicardici temono un attacco. Eppure Joao Miranda rimane imprescindibile. Dal suo esordio in Serie A con l’Inter (23 agosto 2015) è il difensore
nerazzurro che ha giocato il maggior numero di partite in campionato (81), quello che ha completato il maggior numero di passaggi (3.550) e intercettato più palloni (160) in Serie A. Il centrale brasiliano è pronto al rientro dopo l’infortunio al polpaccio accusato il 23 dicembre a Reggio Emilia e contro la Roma ricomporrà la coppia titolare a protezione di Handanovic.

Un recupero importante, anche perché Miranda – come dimostrano le prestazioni contro Napoli e Juve – nei big match raramente sbaglia. Dal suo arrivo a Milano i nerazzurri hanno vinto il 56% delle partite con lui in campo in campionato e senza la percentuale di successi nerazzurri scende al 40%.
Joao è un camaleonte, si adatta all’avversario. Se quello è veloce lui accelera, se no si adegua”,
Luciano Spalletti in ottobre descrisse così il suo uomo di maggiore esperienza, rispondendo alle
critiche di chi vede Miranda a volte poco grintoso.

Lui invece è un leader silenzioso, che per indole ama il basso profilo e non parla più di tanto. Oltre a qualche pallone sanguinoso quando lascia la posizione, in questa stagione sta anche pagando, in termini di voti, il fatto che Skriniar stia andando alla grande. Lo slovacco è più esplosivo, esce palla al piede, ruba l’occhio e sa farsi sentire anche nell’area avversaria: già 3 gol all’attivo, meglio nella rosa nerazzurra hanno fatto soltanto Icardi e Perisic.

Eppure Miranda ha mestiere da vendere,senso della posizione e la giusta cattiveria. Per farsi sentire in
campo non serve per forza urlare, e Spallettise lo tiene stretto. Anche perché lui più di Ranocchia
ha saputo adattarsi sul centro sinistra, lasciando a Skriniar la possibilità di impostare col suo piede migliore.

Miranda potrebbe anche incrociare per l’ultima volta in Italia il suo compagno di nazionale Alisson. Perché gli anni sono ormai 33, il contratto in scadenza nel 2019 gli vale 3 milioni netti a stagione e l’Inter la prossima estate, nell’ambito di un ringiovanimento del reparto,  .Discorsi comunque prematuri, così come senza fondamento sono le voci di un possibile ritorno in patria già in questa sessione di mercato, col rifiuto al Palmeiras e il cuore al San Paolo, sua squadra preferita.

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl