Perilli torna su Inter-Pordenone: “Grande emozione nonostante tutto. Ranocchia un signore, perché…”

Il Pordenone, martedì sera, ha sfiorato l’impresa di eliminare l’Inter e volare ai quarti di finale della Coppa Italia. Se i ramarri sono rimasti in partita addirittura fino ai rigori ad oltranza, gran parte del merito va a Simone Perilli. Il portiere della squadra di Colucci, intervistato da La Gazzetta dello Sport, è tornato sulla gara di San Siro.

PERILLI: “RANOCCHIA MI HA DATO LA MAGLIA, UN SIGNORE”

Queste le parole del portiere. “E’ stato bellissimo, c’è però l’amaro in bocca per l’eliminazione. Ma vado via da San Siro con due rigori parati a Skriniar e Gagliardini e con la consapevolezza che l’Inter ha dovuto schierare i big per eliminarci. Questa è una grande soddisfazione. Sul rigore di Icardi mi sono mosso, ma ho abboccato alle sue finte. Io sono stato un pollo, lui è stato bravissimo. Per noi, però, è stata come una vittoria, anche se abbiamo avuto il sentore di potercela fare”.

Perilli ha poi raccontato un aneddoto legato al post partita. “Alla fine del match, Ranocchia è venuto nello spogliatoio e si è complimentato con noi. Io ho scambiato la sua maglia con noi, è stato un campione. Lo sono stati tutti, ci hanno dato le loro maglie. Una giornata che non dimenticheremo mai, vissuta insieme ai nostri tifosi. L’Inter si è dimostrata campione anche nella vittoria”.

fonte foto: screenshot YouTube