Sintesi Verona Inter 1-2, partita difficile per la squadra di Spalletti

Verona-Inter 1-2. Nerazzurri che si complicano la vita ma trovano i 3 punti: la sintesi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Verona Inter finisce 1-2 per i nerazzurri che soffrono oltre le aspettative ma riescono a conquistare i 3 punti. Borja Valero e Perisic regalano la vittoria ai suoi nonostante il rigore di Pazzini.

Sintesi Verona Inter, primo tempo: partita ostica, il Verona si chiude e riparte. Borja prima gioia.

Nei primi minuti è la squadra nerazzurra che prova a dare la partita. Il giro è lungo ma un po’ compassato e non si trova la superiorità sugli esterni. La prima occasione però è per il Verona che, chiuso bene in tre linee in 25 metri in fase difensiva, riparte in velocità. Verde serve lungo linea Romulo che salta Nagatomo e serve Cerci in area. Il tiro dell’ex Atletico è respinto da Miranda. Per rendersi pericolosa la squadra di Spalletti si affida a Icardi. Il numero 9 recupera palla nel suo centrocampo e in ripartenza viene trovato al limite. Peccato che di prima colpisce male. Dopo 5 minuti ci prova Vecino sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma il tiro è debole. Prima conclusione tra i pali dell’Inter. 

La svolta arriva nella seconda parte del primo tempo. Prima Borja Valero con un’invenzione cerca D’Ambrosio in area, anticipato da Hertaux. Al 36esimo decide di mettersi in proprio e sul cross di Candreva da destra, la difesa del Verona chiude su Icardi e dietro spunta lo spagnolo che insacca di piatto. Dopo il vantaggio nerazzurro non ci sono più azioni degne di nota. Da segnalare solo l’ammonizione di Fares per fallo su Borja Valero.

Secondo tempo: erroraccio in difesa, Perisic trova la botta

Ad inizio ripresa i merazzurri subito pericolosi con Icardi che servito da Perisic in profondità, colpisce alto col mancino. Al sesto minuto ammonizione per Gagliardini per una scivolata su Romulo. Proteste dei nerazzurri, forse il centrocampista ha preso il pallone. Il Verona si alza e l’Inter ha più spazio. Vecino tenta una ormai classica discesa in mezzo al campo e allarga su Candreva di prima per Perisic ma il tiro è sbagliato. Al decimo l’azione che cambia la partita. Ì nerazzurri perdono una brutta palla in difesa e rischiano con Cerci e Handanovic che si scontrano in area. L’arbitro non fischia ma quando il pallone esce chiama il Var. Quasi tre minuti fermi e rigore per il Verona, trasformato da Pazzini appena entrato per Kean.

L’Inter prova subito la reazione rabbiosa e colpisce la traversa di testa con Vecino. Questa rabbia si sfoga nel tiro di Perisic che al 23esimo con una gran botta dal limite riporta i suoi avanti. A questo punto il Verona sale di giri per riprendere la partita. Spalletti inserisce Brozovic e Cancelo per Candreva e Borja Valero per avere più freschezza in mezzo al campo e sulla destra. Ì nerazzurri però non riescono a chiudere il match e il Verona con tanta determinazione costringe la squadra ospiti ad un grande lavoro dietro. All’85esimo esce Icardi per Eder, dopo una non brillantissima. Nel finale, compresi i 5 di recupero, l’Inter si chiude bene senza rischiare troppo e chiude a suo favore la sfida.

 

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy