Bonucci 'moderato': "Vinciamo noi, all'Inter toglierei due giocatori"

Bonucci 'moderato':

Bonucci derby, il difensore rossonero con un passato in nerazzurro parla dell'imminente stracittadina

Bonucci Derby: "Inter ottima squadra, servirà attenzione"

Il derby è ormai alle porte. Partita speciale per il neo capitano rossonero Leonardo Bonucci. Il centrale azzurro, con un passato all'Inter, è chiamato alla prova del riscatto. La volontà di cancellare le molte prestazioni opache è tanta, come rivela ai cinesi di Tencent Sport: "Arrivai all’Inter a 17 anni, sono state due annate splendide, dove sono cresciuto parecchio. Poi mi sono misurato con gente più grande ed esperta, sia a Pisa che a Treviso. L’anno a Bari è stato indimenticabile, la svolta della carriera Lì ho proseguito il lavoro iniziato con Ventura a Pisa, mi ha permesso di arrivare in Nazionale. E’ stato il bivio della mia carriera".

Bonucci e il derby

Continua parlando della stracittadina: "San Siro è la storia del calcio, lo stadio più importante d’Italia per i match vinti lì dentro da Milan e Inter. L'ingresso mette sempre un po’ di suggestione, fortunatamente adesso il pubblico è dalla mia parte, mi sostiene. Ci aiuteranno nei momenti difficili delle partite e ci farà gioire il doppio quando dovremo festeggiare grandi risultati. L'Inter è un’ottima squadra, con grandi individualità e un tecnico importante per tornare in Champions. Nel derby servirà attenzione ai singoli, dovremo dare il meglio di noi stessi. A loro toglierei due splendidi ragazzi nonché ottimi giocatori, Candreva ed Eder". Chiusura diplomatica: "Chi vince? Noi, ma non dico quanto (risata, ndr)".

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram