Vilhena: "L'Inter non credette in me, presero Banega al mio posto"

Vilhena: “L’Inter non credette in me, presero Banega al mio posto”


Vilhena, centrocampista in forza al Feyenoord e che stasera giocherà a Napoli per la seconda giornata di Champions League, ha svelato un retroscena di mercato della scorsa stagione.

FUI VICINISSIMO ALL’INTER, MA NON MI DIMOSTRARONO FIDUCIA

Vilhena, come riportato da Goal.com, ha dichiarato: “Ero praticamente già della Sampdoria: 4 milioni di euro, c’era l’accordo tra i club, tutti contenti dell’operazione. Tutti tranne me. Mia madre era gravemente malata, non volevo andarmene e stare lontano dalla mia famiglia. Il presidente della Sampdoria insisteva, mi abbracciò dicendomi: Tonny, partiamo subito per Genova e firmiamo un bel contratto. Dissi di no, come feci anche con l’Inter qualche tempo prima”.

“Anche ai nerazzurri fui vicinissimo, ma in quel caso non mi convinceva il loro progetto, che prevedeva inizialmente un anno in prestito in qualche altra società di Serie A. Dicevano di credere nelle mie potenzialità, di puntare su di me, ma allo stesso tempo prendevano Banega dal Siviglia. Non proprio un attestato di fiducia, per come la vedo io”.

 

Fonte immagine in evidenza: Screen Youtube

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy