TS - Brozo il Nainggolan di Spalletti? Con continuità ce la può fare...

TS – Brozo il Nainggolan di Spalletti? Con continuità ce la può fare…


Si sa ormai da tempo che il sogno di Luciano Spalletti per il suo centrocampo risponde al nome di Radja Nainggolan. Dopo un’intera estate passata a corteggiare vanamente il centrocampista belga e l’ex Juventus Arturo Vidal, l’allenatore toscano si è trovato costretto a guardare in casa propria, cercando di compensare questa lacuna con soluzioni interne . Questo tema è stato più volte toccato dalle testate giornalistiche più famose, che hanno sempre cercato in casa Inter un tuttocampista con le caratteristiche di Nainggolan. Il primo indiziato è stato Borja Valero, che data la grande tecnica e la grande esperienza avrebbe potuto ricoprire il ruolo del belga con grande dimestichezza . Stesso discorso dell’ex Fiorentina vale per Joao Mario, che data la sua duttilità si sarebbe potuto distinguere in quel ruolo con prestazioni di alto livello. L’edizione odierna di Tuttosport ha spiegato come in realtà il Nainggolan nerazzurro possa essere Marcelo Brozovic. Infatti, secondo la testata torinese, il centrocampista croato se dovesse riuscire a stare in partita con la testa in maniera continua e costante, dopo le prossime tre partite, in caso di ritrovata continuità , potrà essere il perfetto sostituto del forte centrocampista in forze alla Roma .

Questa la spiegazione di Tuttosport : “Le prossime tre partite saranno utili per capire se Spalletti vorrà mettere fine alla turnazione oppure se le scelte dell’allenatore, non avendo di fatto un titolare nel ruolo, saranno parametrate alle caratteristiche degli avversari. A Crotone, dove tra l’altro farà molto caldo, potrebbe essere utile riproporre Joao Mario, mentre a Bologna, contro un avversario più fisico, potrebbe toccare a Brozovic. Supposizioni che confermano come nessuno tra i vari giocatori a disposizione, al momento, abbia le qualità per eccellere sugli altri. Questo a meno che Brozovic non ritrovi quella continuità di rendimento ad alto livello che avevano convinto l’Inter a mettere una clausola rescissoria da 50 milioni sul suo cartellino valida solo per l’estero così da disinnescare il tentativo di golpe da parte della Juventus, essendo da sempre Massimiliano Allegri un estimatore del croato”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy