Bergomi: "Squadra sempre in crescita"."Dalbert? I terzini titolari sono..."

Bergomi: “Squadra sempre in crescita. Dalbert? I terzini titolari sono…”


L’ex difensore a capitano interista, Giuseppe Bergomi, ha parlato nel corso di Sky Calcio Club riguardo l’avvio di campionato più che positivo dell’Inter, valutando anche le scelte di mercato fatte dalla società.

PARTENZA SPRINT DELL’INTER

Alla domanda “Chi ha fatto meglio fin adesso?”Giuseppe Bergomi ha risposto cosi:”Io penso l’Inter, perchè  da Napoli e Juventus te l’aspetti, sono squadre che arrivavano da un grande campionato. L’Inter aveva anche un calendario difficile, ha battuto Fiorentina, Roma e Spal, giocando un buon calcio, subendo poco”. 

Inoltre, riguardo la possibile vincitrice del Campionato, Bergomi ha detto: “Per la vittoria finale del campionato, dico Juventus, Inter e Napoli”

JOAO MARIO GIOCATORE FONDAMENTALE

“La squadra è sempre in crescita”, ha affermato Giuseppe Bergomi.

Ha continuato, poi, dicendo: “Joao Mario è un giocatore fondamentale. Nelle prime due partite non è partito da titolare ma quando è subentrato ha dato degli strappi alla squadra. Il gioco di Spalletti passa per le vie centrali, con queste imbucate per cercare la prima punta e l’inserimento del trequartista”.

LA PECCA DELL’INTER

Secondo Giuseppe Bergomi, la pecca dell’Inter sarebbe che: “L’Inter ha tentato di prendere il giocatore importante dietro la punta. Lì volevano prendere Nainggolan o Vidal, e ha perso tempo dietro questi giocatori. In ogni caso, tutto bene, ma servirebbe un difensore centrale in più”.

“DALBERT? I TITOLARI SONO…”

Secondo Giuseppe Bergomi, il giovane terzino sinistro interista Dalbert “deve ancora crescere”. 

Ed inoltre ha continuato dicendo: “I terzini titolari sono D’Ambrosio e Nagatomo. Dalbert gioca con la Spal, ma a Roma gioca Nagatomo. Spalletti ha fatto delle scelte, ha fatto partire Ansaldi che non gli è mai piaciuto. La bravura di Luciano è far crescere i giocatori che ha a disposizione“.

 

 

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy