Final Eight Primavera, Inter-Chievo 2-1: ecco le pagelle dei nerazzurri

Nelle Final Eight  Primavera, Inter-Chievo finisce 2-1. Le reti dei nerazzurri sono state messe a segno da Vanheusden e Rivas. Di Isufaj il momentaneo pareggio clivense. Ecco le pagelle dei ragazzi di Stefano Vecchi.

FINAL EIGHT PRIMAVERA, LE PAGELLE DI INTER-CHIEVO 

Di Gregorio 6: Il portiere nerazzurro non può nulla sul momentaneo pareggio del Chievo, ma riesce abilmente a gestire il resto della gara.

Mattioli 6: Buona spinta offensiva da parte del classe ’98, capace anche di contenere le offensive di Isufaj e compagni. Dalla sua parte non si corrono grandi rischi.

Gravillon 5.5: E’ l’anello debole della difesa: pur non sostenuto dai compagni di squadra, perde completamente di vista Isufaj in occasione dell’1-1. Anche nell’uno contro uno in area non sembra insormontabile.

Vanheusden 6.5: Trova il suo terzo gol in campionato sfruttando al meglio la debole marcatura dei colleghi veronesi. Gli altri 80 minuti sono conditi da ottimi anticipi ed interventi. E’ già pronto per lasciare la Primavera?

Cagnano 5.5: Non si dimostra irresistibile sull’azione del gol, quando subisce fin troppo facilmente un tunnel. Non spinge a sufficienza per il resto della partita.

LEGGI ANCHE:  Marotta pensa al terzo colpo di mercato: arriva anche lui dalla Serie A

Emmers 6: A centrocampo svolge il suo compito, tentando di lanciare Pinamonti e Souare e recuperando palla quando serve. Buona prestazione.

Carraro 6: Il centrale è il vero ultimo baluardo del centrocampo nerazzurro. Lotta con i mediani clivensi e esce vincitore da molti duelli.

Rover 6.5: E’ molto ispirato lì davanti, portando molti pericoli nella difesa gialloblù, anche se non va molto spesso al tiro.

Pinamonti 6.5: Il gioiellino della primavera nerazzurra non ha grandissime occasioni, ma con il suo lavoro sporco in mezzo all’area e in fase di protezione della sfera favorisce i compagni, che possono salire e inserirsi. Prezioso anche senza andare al tiro.

Bakayoko 6.5: Entra al posto di Souare e la partita cambia: la sua velocità diventa un fattore fondamentale per spingere e trovare il pareggio.

Valietti 6: Nel tempo concessogli da Stefano Vecchi, il bergamasco aiuta Pinamonti a tenere palla, gestendo il possesso anche nella metà campo avversaria.

Vecchi 6.5: Centra i quarti di finale grazie ad una buona prestazione dei suoi. Fondamentale l’ingresso in campo di Bakayoko, anche se dietro si è ballato in qualche occasione di troppo.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI