Fiorentina Pioli, problemi per il tecnico: spuntano nuovi nomi per i viola?

Fiorentina-Pioli, problemi per il tecnico: spuntano nuovi nomi per i viola?


La trattativa Fiorentina Pioli si sta prolungando più del previsto, e i viola potrebbero abbandonare questa pista, stando a quanto rivela il Corriere dello Sport. A breve, quando Paulo Sousa lascerà il Franchi, bisognerà ufficializzare il nuovo allenatore.

FIORENTINA PIOLI, PROBLEMI CON LA TRANSAZIONE

La Fiorentina non può più aspettare oltre. Dopo l’ultimo match di campionato, Sousa lascerà i viola, e Corvino dovrà dare il nuovo nome ai Della Valle e perfezionare il calciomercato per la prossima stagione. Difficile muoversi prima, dato che Stefano Pioli è stato, fino a 10 giorni fa, il tecnico dell’Inter. Ma ora, il super favorito non è più così certo di allenare al Franchi la prossima stagione. In caso di ulteriori ritardi, si cominceranno a valutare nuove piste.

In pole per sostituirlo ci sarebbero Walter Mazzarri e Claudio Ranieri, senza escludere completamente Guidolin. Ma l’esperienza e la conoscenza dell’ambiente sono ancora due punti a favore di Pioli, che a Firenze ci ha giocato cinque anni. Il punto interrogativo è dovuto al fatto che è ancora legato all’Inter e a Zhang Jindong. Il contratto recita ancora giugno 2018. Serve una transazione, e non da poco. Un intoppo che i viola avrebbero volentieri evitato.

PRONTI MAZZARRI E RANIERI IN CASO DI TRATTATIVA SALTATA

Prendono corpo, allora, due ipotesi mai completamente abbandonate. Pioli è il primo candidato, ma le certezze iniziano a venire meno. Ranieri è un candidato di pietra, nel senso che è lì per il suo curriculum. L’ex campione d’Inghilterra è uno dei pochi che può vantarsi di aver vinto a Firenze. Inoltre, Cognigni, nuovo presidente esecutivo, lo stima, e non poco. Anche per lui, però, c’è da considerare l’intoppo ingaggio del Leicester, con cui è ancora legato.

Una situazione ormai sbloccata, invece, è quella relativa a Mazzarri, anche lui ex giocatore. Capelli lunghi, profilo ideale per i fiorentini. Se Ranieri è l’esperienza, Mazzarri è la solidità e il ruolo da sergente di ferro. Un allenatore antipatico che, paradossalmente, è quello che potrebbe servire alla Fiorentina. Meglio battaglie senza esclusioni di colpi che sorrisi. E, in questo, Mazzarri è agli antipodi rispetto a Sousa. Il terzo nome, infine, è quello di Guidolin, che ha comunque buone credenziali, ed è già stato vicino ai viola prima dell’arrivo di Prandelli.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl