GdS - Matthaus fiducioso: "Suning porterà in alto l'Inter"

GdS – Matthaus fiducioso: “Suning porterà in alto l’Inter”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il Pallone d’Oro 1990 Lothar Matthaus fa il punto sulla stagione nerazzurra e non solo. Ricordando i suoi tempi all’Inter, svela anche qualche aneddoto molto particolare.

L’INTER DI MATTHAUS: PEZZO DI STORIA CALCISTICA

Ai microfoni della Gazzetta dello Sport il tedesco si emoziona quando parla della sua Inter degli anni ’90: “Ero il mediatore del gruppo. Al Bayern mi hanno insegnato che si gioca per vincere. Quando sono arrivato all’Inter sentivo dire: vinciamo in casa e va bene pareggiare in trasferta. La settimana prima del famoso Inter-Napoli andiamo a Bologna. Io dico che vinceremo 4-0. Alla fine gliene faremo 6”. Poi parla del suo top 11 nerazzurro: “E’ quello dello scudetto dei record: Zenga, Bergomi, Brehme, Matteoli, Ferri, Mandorlini, Bianchi, Berti, Diaz, Matthaus, Serena. Con il 12esimo che era un certo Beppe Baresi. Una squadra che ha scritto un pezzo di storia calcistica”.

“ZHANG INVESTIRA’ SULL’INTER. PIOLI CAPISCE DI CALCIO”

Successivamente Matthaus torna a parlare dell’Inter di oggi, lontana dai fasti della sua epoca. “L’Inter attuale non è una squadra costante. Suning riporterà in alto i nerazzurri e per la Juventus sarà dura vincere il settimo scudetto di fila. Alla squadra non serve una rivoluzione, la base è ottima: con 2-3 top player si potrà correre per il titolo”. Poi si sposta sul capitolo allenatore: “conosce e capisce di calcio. E ne è innamorato. In più è tifoso dell’Inter. Piccole cose che fanno la differenza”. Matthaus confermerebbe il tecnico emiliano anche per il prossimo anno. Vedremo se la famiglia Zhang sarà del suo stesso avviso.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy