D'Ambrosio:"Dobbiamo uscire da questo momento negativo; il calo è dovuto a..."

D’Ambrosio: “Dobbiamo uscire da questo momento negativo. Il calo è dovuto a…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Intervistato da Premium Sky, l’esterno nerazzurro ha cercato di dare una motivazione all’inspiegabile calo che ha colpito i giocatori interisti. Al momento, non resta che puntare alla qualificazione in Europa League.

D’AMBROSIO: “CALO DOVUTO ALLA CL SFUMATA, ORA VOGLIAMO L’EUROPA LEAGUE”

Protagonista della cerimonia di consegna del premio “Fair Play calcio e tv”, Danilo D’Ambrosio ha parlato ai microfoni di Premium e Sky cercando di dare una spiegazione al momento negativo che stanno vivendo lui e i suoi compagni:

“Dobbiamo uscire da questo momento con il lavoro quotidiano, grazie alla voglia di vincere e lottare. Genova? Sappiamo che domenica ci sarà un ambiente difficile, sappiamo che loro vengono da un momento delicato e che puntano alla salvezza; scenderemo in campo con umiltà. Fatto sta che dobbiamo vincere a Genova e poi le prossime tre partite; il nostro obiettivo resta l’Europa League e vogliamo raggiungerla.

Le voci su Pioli? Non c’entrano con il calo dell’Inter, anche perché il mister ci ha allenati sempre con la massima intensità; ciò che è successo è spiegabile con la mancata qualificazione in Champions dopo il 2-2 di Torino. Quando rincorri e le altre vanno veloci, è normale che il pari diventa una sconfitta; certamente non è un alibi, noi avremmo dovuto superare un ostacolo così. Per me su Pioli sarebbe giusto il silenzio da qui alla fine; la stagione non è ancora finita e dobbiamo concentrarci al massimo. Tutti coloro che fanno parte dell’Inter devono dimostrare di essere degno di far parte di questo club.”

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy