Intervista Mazzola: "Sarri mi ricorda Herrera. Ecco cosa farei con Pioli"

Mazzola: “Inter? Chi non è degno della maglia va cacciato! Sarri mi ricorda…”


Sandro Mazzola, storica bandiera nerazzurra, ha rilasciato una lunga intervista a Il Mattino. Infatti, in vista del match di stasera, l’ex attaccante nerazzurro, ha analizzato le due squadre, parlando del futuro, senza tralasciare l’attuale momento di forma delle due squadre.

INTERVISTA MAZZOLA, LE PAROLE DELLA BANDIERA NERAZZURRA

“Inter-Napoli? I partenopei sono sicuramente più forti, però se arrivasse Messi. Sono convinto che Suning abbia la forza di prendere la Pulce”.

“La Serie A è noiosa. Se non ci fosse il Napoli di Sarri non ci sarebbe spettacolo. La mentalità partenopea è quella di divertire, attaccando e facendo goal: è una garanzia di spettacolo”.

“Pronostico? Dico Inter per principio, ma occhio ad Insigne che ha delle giocate alla Mazzola. Ha personalità, estro: è un campione vero. Non ha paura di nulla sia dentro che fuori dal campo. Ed io ero proprio così”.

INTERVISTA MAZZOLA, IL SUO PARERE SUL MOMENTO NERAZZURRO

“Inter? Io non credo alla stanchezza fisica. Quando vedo determinati crolli credo che c’entri il fattore psicologico. Se ci sono dei leader, devono dimostrarlo, caricandosi la squadra sulle spalle. Per me Pioli deve essere confermato: è facile prendersela sempre e solo con l’allenatore. Chi non è degno della maglia, deve essere cacciato”.

“Simeone? Il livello salirebbe molto così come lo scenario cambierebbe. Personalmente continuerei con Pioli”.

SARRI E IL PARAGONE CON HERRERA

“Sarri? Lo prenderei di corsa. Mi ricorda Herrera: schietto, schiena dritta ed idee illuminanti”.

Infine, punzecchia Suning: “Mi hanno chiamato forse un paio di volte. Non so nemmeno chi, ma non mi interessa”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy