TS- Miranda, Pioli e l'Inter contro la Fiorentina si giocano il futuro

TS- Miranda, Pioli e l’Inter contro la Fiorentina si giocano il futuro

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Inter in una fase cruciale del proprio processo di ricostruzione. Persi gli obiettivi di stagione, ora bisognerà capire chi si guadagnerà la conferma per l’anno prossimo e chi invece non verrà giudicato da Inter. In particolar modo a doversi meritare il posto sarà Miranda.

INTER, SI ASPETTANO SEGNALI FORTI DA MIRANDA

Dopo le delusioni recenti, i nerazzurri hanno necessariamente bisogno  di una vittoria contro la Fiorentina. Soprattutto dato che un risultato diverso dai 3 punti potrebbe seriamente compromettere anche le possibilità di qualificazione all’Europa League.

In particolar modo, come scrive Tuttosport, in casa nerazzurra si aspettano risposte da Miranda. Il centrale brasiliano, da sempre afflitto da amnesie difensive nonostante il grande livello del giocatore, ultimamente ha sorpreso in negativo. Le ultime uscite negative della difesa di Pioli sono coincise con un suo drastico calo di rendimento. La retroguardia traballa ed il suo “direttore” continua a steccare. Il difensore è apparso spaesato, confuso e impaurito, un atteggiamento non certo da Inter.

Miranda negli ultimi due giorni ha svolto un allenamento personalizzato per recuperare da un affaticamento muscolare, ma a Firenze dovrebbe partire titolare. Pioli e Suning si aspettano da lui un rendimento diverso, più consono ad un difensore del suo calibro. Ora sta a lui impegnarsi e guadagnarsi la riconferma per la prossima stagione. Dalla partita con la Fiorentina passerà molto del futuro della prossima Inter: Pioli, Miranda e molti altri, si giocano tutto.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy